Morte Liliana, la Procura: causa morte dovuta a “scompenso cardiaco acuto”

Morte Liliana, la Procura: causa morte dovuta a “scompenso cardiaco acuto”
La Procura della Repubblica di Trieste informa che nella mattinata odierna è avvenuto il riconoscimento del corpo della donna per quello appartenuto in vita a Liliana Resinovich: detto riconoscimento è stato operato con esito positivo prima dal fratello e dalla cugina di lei, e successivamente dal marito.
 
Nel pomeriggio odierno è stata eseguita la programmata autopsia da parte del consulente di questa Procura dott. Costantinides, alla costante e collaborativa presenza del prof. Moreschi, nominato consulente di parte dal fratello della donna.
 
Secondo il medico-legale, non sono stati rilevati traumi da mano altrui atti a giustificare il decesso. Infatti il referto autoptico attribuisce la causa della morte a “scompenso cardiaco acuto” e precisa che altri accertamenti sono in corso.
 
E’ dunque evidente che, per conoscere con attendibilità l’effettiva causa del decesso, è necessario attendere gli esiti degli esami tossicologici che sono stati appena disposti – i cui risultati non saranno disponibili, prevedibilmente, prima di trenta giorni –, nonché gli esiti delle complessive investigazioni avviate da questo Ufficio e delegate alla Squadra Mobile di Trieste nonché alla Polizia Scientifica.
 
Al momento, non v’è ragione per modificare la rubricazione del fascicolo processuale, aperto all’indomani della scomparsa di Liliana Resinovich a carico di ignoti per l’ipotesi di sequestro di persona ex art. 605 del codice penale: infatti allo stato non vi sono motivi per privilegiare l’ipotesi che il decesso sia avvenuto a causa di condotte altrui rispetto a quella del decesso avvenuto per mano propria.
 
Domani il magistrato titolare del procedimento, Sostituto Procuratore dott.ssa Maddalena Chergia, emetterà il nulla osta al seppellimento della salma, non appena avrà formalmente acquisito il referto autoptico.
 
LEGGI ANCHE

Caso Liliana, il marito nomina avvocato in quanto parte offesa

--------

Morte Liliana, spunta una nuova testimonianza: avvistata lo scorso 22 dicembre 

--------

Sebastiano Visintin riconosce la moglie Liliana, "sono affranto, voglio giustizia"

--------

Morte Liliana, la Procura: causa morte dovuta a “scompenso cardiaco acuto”