Rifondazione Comunista Trieste, Referendum: «Invitiamo a votare NO»

Rifondazione Comunista Trieste, Referendum: «Invitiamo a votare NO»

Pubblichiamo da Rifondazione Comunista - Federazione di Trieste

Il Partito della Rifondazione Comunista invita i cittadini di andare a votare domenica 20 e lunedì 21 settembre al referendum costituzionale come atto di democrazia effettiva e non di delega alle istituzioni del potere di decidere.

L’invito,   coerentemente con le posizioni che hanno da sempre contraddistinto i comunisti,  di difesa della Costituzione nata dalla Resistenza e dei  suoi valori, è quello di dire NO ad una “riforma” che ne stravolge il senso, assegnando ancora maggiori poteri al governo del momento, penalizzando l'autorevolezza e l'autonomia del Parlamento, escludendo la rappresentanza di territori, nazionalità e minoranze linguistiche. Il problema dei costi della politica  non si deve al numero dei senatori e dei deputati ma alle loro indennità, agevolazioni e  vitalizi  ingiustificati.

Questi vanno tagliati e ribassati. Il PRC dice No al taglio della democrazia e della rappresentanza del territorio