Pallamano Trieste batte anche Molteno in casa e continua a volare

Pallamano Trieste batte anche Molteno in casa e continua a volare
Pallamano Trieste - Salumificio Fratelli Riva Molteno 29-20 (13-9)
Pallamano Trieste: Zoppetti, Radojkovic J. 10, Baragona 1, Oblascia, Del Frari 2, Mazzarol 1, Perin, Di Nardo 2, Postogna, Valdemarin 1, Visintin 2, Pernic 3, Sandrin 7. All.: Radojkovic F.
Salumificio Fratelli Riva Molteno: Donadello, Garroni 2, Sala 2, Bonanomi 4, D'aguanno 1, Riva, Tagni 5, Colombo, Crippa T. 1, Crippa R. 1, Beretta, Campestini 3, Radaelli 1, Randes. All.: Dumnic
Arbitri: Nguyen-Stilo
 
Prosegue innarestabile la marcia dei biancorossi che, nella seconda gara consecutiva tra le mura amiche del PalaChiarbola, si affermano con un netto successo nei confronti del Salumificio Fratelli Riva Molteno.
La cronaca. Sono i padroni di casa ad aprire le danze grazie al duo Jan Radojkovic-Sandrin (4-1 al 6') a mettersi in evidenza sul piano offensivo, dalla parte opposta la formazione guidata da coach Dumnic si fa sotto con un contro break firmato da Tagni (5-5 al 14') che le permette di impattare. I giuliani reagiscono subito mettendo nuovamente la testa avanti: prima Sandrin e poi Di Nardo (8-6 al 21') provano ad innescare la fuga, Molteno accorcia (8-7 al 22'), gli alabardati aumentano l'intensità di gioco utile a volare sul +5 (13-8 al 28'). Il primo tempo si chiude 13-9.
Nella ripresa Trieste si dimostra più determinata dell'avversaria, registrata la difesa (nei primi 14' Molteno trova una sola volta la via del gol, n.d.r.) le bocche da fuoco biancorosse si esaltano al punto da raddoppiare nel punteggio i lombardi (22-11 al 44'). La gara volge decisamente nel verso dei triestini che, senza alcun patema, portano a casa i due punti (29-20).
Chiare le parole di coach Radojkovic: "Non siamo entrati bene nel clima partita, nella ripresa, grazie ad una buona fase difensiva, la squadra è stata abile ad allungare in maniera decisa. Ora ci aspetta la sosta, se devo fare un bilancio posso dire che questo è positivo nonostante gli acciacchi e i vari problemi. Dobbiamo andare avanti così".