Il pianoforte di Matteo Bevilacqua apre la 22° edizione di NEI SUONI DEI LUOGHI

Il pianoforte di Matteo Bevilacqua apre la 22° edizione di NEI SUONI DEI LUOGHI

MATTEO BEVILACQUA (Pianoforte)

Musiche di:

C. Debussy, F. Liszt, M. Ravel, I. Albéniz, S. Sciarrino

Mercoledì 15 luglio ore 21.00

CAMPOLONGO TAPOGLIANO (Ud) – Piazza Libertà, sagrato della chiesa

In caso di maltempo, Chiesa di San Martino Vescovo

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

Il calendario completo del festival è consultabile su www.neisuonideiluoghi.it

È finalmente tempo di musica in Friuli Venezia Giulia con il ritorno di una delle rassegne diventate negli anni fra le più attese dell’estate culturale a Nordest: il Festival internazionale di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi. Il via ufficiale alla 22° edizione – che si dividerà in tre distinti periodi di programmazione, il primo dei quali riguarderà i mesi di luglio e agosto - è previsto per domani, mercoledì 15 luglio, con il concerto del giovane talentuoso pianista Matteo Bevilacqua. Il concerto inaugurale del festival si terrà a Campolongo Tapogliano, in Piazza Libertà, con inizio alle 21.00. In caso di maltempo l’evento si svolgerà nella Chiesa di San Martino Vescovo. L’ingresso è gratuito, ma con prenotazione obbligatoria, telefonando al n. 0432 532330 (dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30) o inviando una mail a: info@associazioneprogettomusica.org. Gli appuntamenti della rassegna si svolgeranno nel rispetto delle normative in materia di contenimento del contagio da COVID-19 vigenti alla data della loro esecuzione, scaricabili dal sito web www.neisuonideiluoghi.it. Il Festival Nei Suoni dei Luoghi è organizzato da Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla cultura e allo sport e del Ministero per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo – Direzione Generale Spettacolo.

“Note sull’acqua” potrebbe essere una descrizione che esprime efficacemente in un unico quadro il programma del concerto di Matteo Bevilacqua, dove risaltano le suggestioni che questo vitale elemento liquido ha suggerito ad alcuni fra i più importanti compositori di musica pianistica, da Liszt a Ravel, restituendoci pagine musicali di rara bellezza e ricreando come d’incanto riflessi, increspature, giochi e paesaggi mutevoli. Nel programma della serata oltre ai già citati Liszt e Ravel, troveranno spazio anche musiche di Debussy, Albéniz e Sciarrino.

Fra i prossimi appuntamenti del calendario, per la direzione artistica di Stefan Milenkovich e Valentina Danelon, quelli con il Mina Project di Lorena Favot e Rudy Fantin, il 23 luglio a Pavia di Udine, e il concerto Omaggio a Ennio Morricone di sabato 25 luglio a Palmanova, evento a pagamento, che vedrà la partecipazione della FVG Orchestra diretta dal M° Diego Basso, ospiti speciali il flautista Andrea Griminelli e il trombettista Mauro Maur. Quest’anno il Festival si arricchisce, grazie al finanziamento del Ministero per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo, del nuovo progetto “Nei Suoni dei Luoghi International”, creato con l’intento di promuovere alcuni giovani talenti italiani e stranieri formando ensemble cameristici internazionali che si esibiranno in tre concerti in Austria, Croazia e Slovenia, dopo aver svolto un percorso musicale formativo ad hoc. I concerti si terranno il 20 agosto a Cherso (Croazia), il 25 agosto a Kötschach – Mauthen (Austria) e il 2 settembre a Nova Gorica (Slovenia). Il calendario completo di Nei Suoni dei Luoghi su www.neisuonideiluoghi.it