Riportare in vita i mammut: il 'folle' progetto della società Colossal

Riportare in vita i mammut: il 'folle' progetto della società Colossal
Riportare in vita i mammut. È il nuovo 'folle' progetto lanciato dalla società di bioscienze e genetica Colossal di George Chuch e Ben Lamm. Il programma, che ha già raccolto 15 milioni di dollari, intende partire dal DNA dell’elefante, il mammifero ancora esistente più simile al mammut, che verrà riprogrammato in laboratorio con le caratteristiche dell’animale estinto da più di 4mila anni. "Il nostro scopo è creare un elefante resistente al freddo - ha annunciato il biologo della Harvard University, George Church - che assomigli e si comporti come un mammut, che sia in grado di abbattere alberi e vivere a 40 gradi sotto lo zero". "Mai prima di ora l’umanità ha posseduto la tecnologia adatta per ricostruire gli ecosistemi - ha aggiunto l'imprenditore Ben Lamm - guarire la Terra e preservare il futuro dell’umanità attraverso il ripopolamento degli animali estinti. Colossal farà leva sul progresso fatto nel campo degli studi sul DNA e lo applicherà alla conservazione della specie". Secondo le previsioni della società, i primi cuccioli di ibrido elefante indiano-mammut potrebbero nascere tra sei anni.