Perquisizione Linea D'Ombra, Rifondazione Comunista: "reati di clandestinità e solidarietà frutto di ideologie contrarie a diritti umani"

Perquisizione Linea D'Ombra, Rifondazione Comunista: "reati di clandestinità e solidarietà frutto di ideologie contrarie a diritti umani"

Pubblichiamo da Riifondazione Comunista Trieste

"Abbiamo appreso della perquisizione effettuata questa mattina 23 febbraio in casa degli attivisti di "Linea d'Ombra" Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi. Fornasir e Franchi si occupano da anni di persone migranti, organizzando l'accoglienza qui a Trieste (in Piazza della Libertà) e portando aiuti anche in Bosnia (Cantone Una-Sana), dove migliaia di persone sono intrappolate da settimane nel freddo, in attesa di poter partire per altri Paesi. Si tratta di un'attività meritoria e necessaria, vista l'assenza di adeguate politiche italiane ed europee e del comportamento ostile di certe polizie (quella croata, innanzitutto).

Come Partito della Rifondazione Comunista riteniamo che i reati di clandestinità e di solidarietà siano il frutto di ideologie superate e contrarie ai diritti umani, purtroppo tramutatesi in leggi dello Stato. Esprimiamo piena vicinanza a Fornasir e Franchi. La solidarietà non si inquisisce né si processa!"
 

LEGGI ANCHE

Denuncia di Linea d'Ombra: "Ci hanno perquisito casa"

-----

"Adesso Trieste, solidarietà a Linea d’Ombra e a chiunque si impegna per costruire città più solidale e accogliente"

-----

Arcigay Trieste esprime vicinanza e solidarietà a Linea d’Ombra: "Gestiamo sportello per migranti LGBTI+"

-----

Perquisizione Linea D'Ombra, Rifondazione Comunista: "reati di clandestinità e solidarietà frutto di ideologie contrarie a diritti umani"

-----

LegaCoopSociali Fvg: 'indegna persecuzione poliziesca degli attivisti di "Linea d'Ombra" a Trieste"