Di Finizio: «Ho deciso di alimentarmi il minimo necessario per riattivare l'intestino»

Di Finizio: «Ho deciso di alimentarmi il minimo necessario per riattivare l'intestino»

«A causa di un doloroso blocco intestinale (conseguenza del digiuno prolungato) che stava per pregiudicare (interrompere) la mia manifestazione di protesta costringendomi a dover ricorrere a dei soccorsi. Per fortuna sono riuscito a risolvere da solo, è per questo che per il momento ho deciso di alimentarmi il minimo necessario per riattivare l'intestino e poter continuare la mia manifestazione. Fare uno sciopero della fame in queste condizioni giá così estreme non è decisamente come farlo a casa... il processo di dimagrimento è molto più veloce». Lo rileva Marcello di Finizio, da circa due mesi sull'Ursus e da uno in sciopero della fame (ad eccezione per due uova e alcuni pezzi di noce)

«A causa di problemi di connessione fb non riesco a caricare i miei video, quello di ieri è ancora in fase di elaborazione, a questo punto non so neppure se lo caricherá. Dovrò ripiegare su YouTube ma temo che avró lo stesso problema di connessione troppo debole».