Inaugurata alla Scuola Caprin l’aula sotto il cielo

Inaugurata alla Scuola Caprin l’aula sotto il cielo
Nel valorizzato terreno comunale sul retro della scuola "Giuseppe Caprin" di salita di Zugnano 5 a Trieste, è stata presentata e inaugurata oggi (venerdì 18 settembre) la nuova “aula sotto il cielo”, uno spazio didattico che si sviluppa su un anfiteatro naturale, con al centro un acero rosso, e che accoglie al suo interno anche una parte boschiva e uno stagno. La nuova “aula sotto il cielo” sarà a disposizione di studenti e insegnanti per lezioni di scienze ma non solo, puntando a diventare così un prezioso e utile spazio, soprattutto in questi tempi di Coronavirus, a disposizione della scuola Caprin.
 
L’innovativa “aula sotto il cielo”è stata realizzata grazie al premio Italian Teacher 2017 vinto dal prof. Dario Gasparo e al contributo della Fondazione CRTrieste e delle Fondazioni Casali, con il supporto di Associazione Miti officine Barnobi snc e la progettazione dello Studio Gasperini srl con gli architetti Michele Parenzan e Giulio Dagostini.
 
Alla significativa cerimonia d’inaugurazione sono intervenuti tra gli altri il sindaco con gli assessori comunali all’Educazione-Scuola e ai Lavori pubblici, il dirigente scolastico Mauro Dallore, il prof. Dario Gasparo, la presidente della Fondazione CRTrieste Tiziana Benussi, il presidente delle Fondazioni Casali Francesco Slocovich, il presidenti del Consiglio comunale e della VII Circoscrizione e don Francesco Pesce, viceparroco della parrocchia della Beata Vergine Addolorata di Valmaura, che ha benedetto il nuovo spazio.
 
Parole di stima e apprezzamento sono state espresse a più voci dagli amministratori locali, che hanno sottolineato la validità dell’idea e di un’iniziativa innovativa che nasce da lontano e che diventa ancora più preziosa in questi tempi di Coronavirus. Evidenziata anche la positiva sinergica collaborazione realizzata tra pubblico e privato, che ha permesso di realizzare e valorizzare un terreno che diventa spazio prezioso e aula didattica all’aperto per la scuola Caprin e più in generale per il quartiere.