Polemica sulla nuova statua della Spigolatrice di Sapri

Polemica sulla nuova statua della Spigolatrice di Sapri

Troppo formosa, in abiti quasi velati e sfuggenti, "uno schiaffo sessista". Sta suscitando polemiche e un aspro dibattito sui social la nuova statua che raffigura la "Spigolatrice" inaugurata a Sapri, in provincia di Salerno.

Sui social si dividono critiche ("leggerezza storica e civile"); ironie ("in effetti, appena una la vede pensa immediatamente alla spigolatrice di Sapri mentre vedeva trucidare 300 giovani"); complimenti (È bellissima, è un'attrazione per i turisti"); e accuse ("imbarazzante" e "sessista"), che arrivano non solo da profili femminili.

Il sindaco di Sapri, Antonio Gentile, invece difende la statua a spada tratta: "La nuova statua della Spigolatrice di Sapri è stata realizzata con maestria e impeccabile interpretazione dall'artista cilentano Emanuele Stifano" ha scritto su Facebook. "Al momento a Sapri nessuna parte sociale o politica ha criticato l'opera o distorto il concetto di opera realizzata dall'artista" ha aggiunto il primo cittadino.