Impianto Ferrini in Ponziana, al via riqualificazione da 4 milioni: protagonista la Triestina

Impianto  Ferrini in Ponziana, al via riqualificazione da 4 milioni: protagonista la Triestina

nel salotto azzurro del Municipio presenti tra gli altri il sindaco, gli assessori comunali ai Lavori pubblici, allo Sport e ai Servizi generali e valorizzazione immobiliare e l’amministratore unico della Triestina Calcio 1918 Mauro Milanese.

Il progetto nasce dalla proposta presentata lo scorso anno dall’Unione Sportiva Triestina Calcio 1918 e si realizza in partenariato con il Comune di Trieste, frutto di un sinergico lavoro sviluppato in coordinamento con gli uffici tecnici comunali sotto la “regia” del dottor Enrico Conte.

L’opera (del valore complessivo di oltre 4 milioni di euro, di cui 1,2 milioni di finanziamento pubblico) sarà realizzata in due fasi. La prima, la più rapida (che si punta a ultimare entro gennaio/febbraio 2021) è quella che riguarda la ristrutturazione del campo a 11 già esistente con un nuovo manto in erba sintetica di ultima generazione nonché il recupero dei vecchi spogliatoi, con nuovi spazi per l’infermeria e ulteriori nuovi spogliatoi necessari per arbitri e ragazze. La seconda fase riguarderà invece la nuova palazzina di circa 900 -1000 mq. (con al suo interno spogliatoi nuovi, una grande sala polifunzionale, uffici e una foresteria per la Triestina e una grande terrazza disposizione della cittadinanza anche per momenti conviviali, di aggregazione, ritrovo e festa) nonché un campo 7 e uno a 5 e parcheggi per circa 4 mila mq.

Al di là dell’utilizzo sportivo del centro, l’intervento si colloca come un’opera di riqualificazione urbanistica dell’area con un impatto di utilità pubblica per il quartiere rilevante, con aree verdi accessibili a tutti,unparco giochi per i più piccoli e tutta una serie di infrastrutture che collocano il progetto a pieno titolo in un intervento urbanistico finalizzato alla valorizzazione dell’area.

Anche nella scelta degli advisor, la Triestina ha puntato su un team qualificato di professionisti già protagonisti del successo di progetti similari in altre importanti realtà sportive, è il caso dello Studio Legale Tonucci & Partners, con i soci di riferimento della sede di Trieste avvocati Pasquale Silvestro e Michele Grisafi, dello Studio di architettura Metroarea con gli architetti Tazio di Pretoro e Giulio Paladini per la parte progettuale, della HSS S.r.l. del dottor Silvano Morandi e dello Studio Longo di Trieste del dottor Enrico Longo per la redazione del piano economico e finanziario. A completare il quadro, l’intero intervento edilizio sarà realizzato dalla società bergamasca Artedil Srl, che vanta una notevole esperienza nel settore della realizzazione di infrastrutture sportive e di pubblica utilità in partenariato pubblico-privato, con un team composto dal suo socio fondatore Rocco Campenni e dal dottor Andrea Salvucci, consulente esperto di appalti pubblici.

Dopo il nuovo Centro Congressi in Porto Vecchio, “Casa Francol”, “Trieste Campus” di via Locchi e il Mercato Coperto di via Carducci, anche con l’impianto sportivo Ferrini l’Amministrazione comunale di Trieste prosegue con questa positiva ed efficace formula che individua e sviluppa interventi pilota che fungono da traino e sono in grado di favorire la rigenerazione urbana del territorio.