Triestina super, battuto il Ravenna in rimonta!

Triestina super, battuto il Ravenna in rimonta!
• U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – RAVENNA F.C.  2-1 (P.T. 1-1)
• 
• MARCATORI: 10′ Mokulu, 18′ Litteri, 58′ Litteri
• 
• U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Rapisarda, Capela, Ligi, Brivio; Rizzo, Lodi, Calvano; Sarno (64′ Mensah), Litteri (89′ Filippini), Gomez.  A disposizione: Valentini, Rossi, Lambrughi, Granoche, Struna, Palmucci.  All. Carmine Gautieri
• 
• RAVENNA F.C. (3-5-2): Raspa; Alari, Marchi, Jidayi; Franchini, Fiorani (59′ Marozzi), Bolis (80′ Caidi), Meli (66′ Vanacore), Perri; Mokulu, Ferretti (59′ Sereni).  A disposizione: Tonti, Salvatori, Shiba, Perri, Vanacore, Zanoni, Marra, Mancini, Martignago, Sereni, Cossalter.  All. Giuseppe Magi
• 
• ARBITRO: Centi (Viterbo)  ASSISTENTI: Cerilli (Latina) Ferraioli (Nocera Inferiore)  IV UOMO: Nicolini (Brescia)
• 
• NOTE: Pomeriggio nuvoloso, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Marchi, Franchini, Fiorani, Jidayi (Ra) per gioco falloso, Raspa (Ra) per perdita di tempo. Recupero: 0′ e 5′
• 
•  
• 
• Quinta di andata al “Rocco” dove si trovano due formazioni a caccia di riscatto. Triestina reduce dal pesante ko di Legnago, Ravenna uscito dal “Braglia” di Modena con lo stesso passivo dell’Unione in terra veronese (3-0). Scelte decisamente ristrette per Carmine Gautieri che oltre agli infortunati di lungo corso deve rinunciare allo squalificato Tartaglia, agli indisponibili Giorico e Petrella ed in più a Maracchi, per quest’ultimo forfait dell’ultimo minuto. Trova subito spazio al centro della difesa il nuovo acquisto Anìbal Capela accanto a Ligi, completano il pacchetto arretrato davanti ad Offredi i terzini Rapisarda e Brivio. Cabina di regia affidata a Lodi con Rizzo e Calvano ad affiancarlo, in avanti il tridente vede Litteri come riferimento centrale, Sarno e Gomez partono sugli esterni. Ravenna senza lo squalificato De Grazia e l’infortunato Papa, Magi schiera un 3-5-2 nel quale la difesa fa leva sull’esperienza di Marchi e Jidayi. A centrocampo il perno centrale è l’ex alabardato Bolis, la coppia d’attacco è formata dall’ariete Mokulu accanto al quale giostra Ferretti.
• 
• Avvio equilibrato e primo tentativo al 6′ da parte di Mokulu, destro dai 25 metri controllato senza patemi da Offredi. Ben più periciolosa la situazione creata dall’Unione all’ottavo, Ligi pesca Brivio sulla sinistra in profondità, cross basso tagliato con velo di Litteri e sinistro alto di poco di Gomez arrivato a rimorchio all’altezza del dischetto. Dalla parte opposta al 10′ alla prima vera occasione passano gli ospiti: cross tagliato di Franchini dalla destra, controllo di Mokulu che batte Offredi di destro dai 7-8 metri. Triestina vicinissima al pari al 16′, Sarno converge da destra e crossa tagliato dal vertice dell’area, Litteri sfiora soltanto di testa con sfera che fa la barba al palo. Al 18′ arriva il meritato pareggio, Calvano mette una gran palla tagliata dalla trequarti sinistra e Litteri con uno splendido colpo di testa trova l’angolo alla sinistra di Raspa. Subito dopo affanno in area romagnola su una punizione di Lodi, Ligi non riesce a deviare in rete da pochi passi col mancino. Fino alla mezz’ora non arrivano situazioni pericolose ma l’inerzia della gara ora è decisamente alabardata, al 32′ una palla d’oro dalle retrovie viene stoppata da Gomez a tu per tu con Raspa, la chiusura alla disperata di Jidayi evita il 2-1 pur sfiorando un clamoroso autogol. Si alza di parecchio il tono agonistico della contesa e vengono meno occasioni da gol vere e proprie, fisiologico quindi che il parziale non cambi fino al riposo, dove le squadre vanno sull’1-1.
• 

• Al rientro in campo nessun cambio e Triestina vicinissima al vantaggio al 4′, Lodi da destra pennella una punizione tagliata sul secondo palo, Capela stacca altissimo ma non arriva per pochi centimetri all’impatto di testa da due passi. Predominio territoriale nettamente alabardato, gli ospiti agiscono solo di rimessa non riuscendo comunque a dare consistenza alle ripartenze. La superiorità alabardata si concretizza al 13′, Brivio da sinistra centra tagliato, Rizzo in torsione aerea fa da sponda e Litteri sigla la doppietta personale con uno splendido destro di prima intenzione che piega le dita a Raspa. Doppio cambio Ravenna con Marozzi e Sereni per Fiorani e Ferretti, nell’Unione fa invece il proprio rientro in campo al 19′ Mensah dopo diversi mesi di assenza, sostituendo Vincenzo Sarno. I romagnoli inseriscono poi Vanacore per Meli a cavallo di metà ripresa, il baricentro del Ravenna è un po’ più alto ma è la Triestina a cercare comunque con maggiore insistenza la trequarti avversaria. Ci prova Rizzo al 27′ con un potente destro dai venticinque metri, Raspa si supera e la toglie da sotto la traversa con un grande intervento. Sul corner che ne scaturisce, Mensah va di testa a botta sicura, una fortuita deviazione della difesa romagnola manda la sfera alta di un soffio. A 10′ dal termine il Ravenna inserisce Caidi per Bolis, spondado Jidayi in mediana, al 37′ è pericolosa l’incursione in area sulla destra di Vanacore, il suo cross viene tuttavia fermato prima da Brivio e definitivamente in presa alta da Offredi. In prossimità del 90′ standing ovation per Litteri, dentro benzina fresca con l’esordio in alabardato di Filippini. La Triestina gestisce la sterile supremazia romagnola e all’ultimo secondo sfiora il 3-1 con Lodi ma la sostanza non cambia, una lista lunghissima di indisponibili e lo svantaggio a freddo non fermano una rimonta importantissima, l’Unione riparte con la doppietta di Litteri incamerando tre punti preziosissimi alla viglia dell’infrasettimanale di Pesaro
 

FOTO DI GIORGIO WITTREICH

Gallery