Iss, aumentano Rt e incidenza. Alcune Regioni vicine alla zona gialla

Iss, aumentano Rt e incidenza. Alcune Regioni vicine alla zona gialla
La panoramica del monitoraggio settimanale della Cabina di regia che si è riunita nella mattinata di ieri, venerdì 30 luglio, conferma nuovamente il peggioramento del quadro epidemiologico del paese: oltre all'aumento dell'Rt nazionale, salito a quota 1,57, anche l'incidenza dei casi ha raggiunto 58 casi per 100mila abitanti. Inoltre, "l'età media dei nuovi contagi è scesa a 27 anni mentre quella dei ricoveri è di 49 anni", ha dichiarato il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro. Al momento sono sempre di più le Regioni del Sud che, di questo passo, rischiano di passare in zona gialla, tra cui Sicilia, Calabria e Campania che registrano un occupazione dei reparti ordinari rispettivamente dell'8%, del 6,6%, e del 4,9% mentre per quanto riguarda l'occupazione delle terapie intensive, anche Lazio e Sardegna si stanno avvicinando alla soglia massima. Filtra ottimismo, invece, in merito alle vaccinazioni dei più giovani che, secondo quanto confermato dal direttore generale della Prevenzione, Gianni Rezza, "stanno aderendo fortemente alla campagna vaccinale". Complessivamente nel paese sono state somministrate 67.755.390 dosi.