Crostoli, una ricetta semplice e veloce per questo Carnevale

Crostoli, una ricetta semplice e veloce per questo Carnevale
Pampugli, sosole e galani, a volte chiacchiere, bugie o frappe; noi a Trieste li chiamiamo crostoli, ed indipendentemente dalla da come si voglia chiamarli, non è carnevale senza di loro. Seguendone l’evoluzione si risale all’antica Roma, quando ancora avevano la forma di dischi di pasta schiacciati, fritti nel lardo e serviti durante i Saturnalia. 
 
Crostoli
 
500 gr. farina
3 uova intere
1 tuorlo
60 gr. burro
50 gr. zucchero
un pizzico di sale
10 ml di grappa
buccia di un limone
30 ml di latte
lievito per dolci
olio di arachide per friggere q.b.
zucchero a velo q.b.
 
Un modo semplice e veloce per fare i crostoli è quello d’inserire tutti gli ingredienti nel mixer da cucina e lavorarli a velocità moderata finchè l’impasto non sarà omogeneo. Estrarre l’impasto dal mixer, lavorarlo a mano fino a che non sarà liscio e poi formare una palla, che riposerà ricoperta da carta pellicola per 30 minuti in un luogo fresco, ma non in frigorifero. Stendere poi l’impasto fino a raggiungere uno spessore di circa 2 mm e tagliare delle strisce di 5cm per 10 cm. Friggere i crostoli un minuto per lato, scolarli bene e ricoprire di zucchero.