Lamorgese: “La cooperazione con la Slovenia è buona ma bisogna migliorare i controlli”

Lamorgese: “La cooperazione con la Slovenia è buona ma bisogna migliorare i controlli”

Si è svolta ieri una videoconferenza tra Il ministro dell'interno Luciana Lamorgese e i ministri dell'interno di Germania, Francia, Spagna, Malta ma anche di Libia, Tunisia, Algeria Marocco e Mauritania per far fronte all'emergenza immigrazione. Al meeting hanno partecipato anche i commissari europei Johansson e Varhely. "Un confronto proficuo -ha detto Lamorgese- per unire le forze con l'impegno reciproco nel prevenire e combattere il traffico dei migranti". Il ministro ha evidenziato: “È fondamentale individuare e perseguire le reti criminali che sfruttano l'immigrazione, con una collaborazione più stretta con la polizia. Al momento- continua il ministro- serve dar sicurezza alle comunità preoccupate per gli sbarchi di persone positive. Lamorgese ha poi parlato del delicato tema della rotta Balcanica: “Un flusso interrotto soltanto nei mesi del lockdown ma che è ripreso con vigore con centinaia di arrivi settimanali. Negli ultimi giorni si sono verificati rintracci addirittura a Udine, a oltre 50 chilometri dal confine. La cooperazione con la Slovenia è buona ma bisogna migliorare i controlli".  Ha concluso il ministro