“Doveroso ribadire e sottolineare l’importanza delle biblioteche comunali”

“Doveroso ribadire e sottolineare l’importanza delle biblioteche comunali”

«Trovo di fondamentale importanza continuare a chiedere a gran voce delle risposte in merito alla biblioteca Quarantotti Gambini di San Giacomo e alle altre biblioteche comunali perché il Comune sembra essersi completamente dimenticato dell’importanza della Cultura e delle biblioteche. Per questi motivi anch’io presenzierò convintamente, rispettando il dovuto distanziamento imposto dall’attuale situazione sanitaria, oggi in Campo San Giacomo» afferma Marina Coricciati, responsabile e coordinatrice del Forum Cultura Pd Trieste. «L’assenza di una pianificazione di breve o medio-lungo periodo per questi luoghi è certo evidente guardando il piano assunzioni comunale per il 2021, dal quale si evince che non sono stati fatti piani di fabbisogno del personale delle biblioteche e che non è programmata l’uscita di bandi per assunzione di operatori qualificati tramite concorso. Inoltre mi raccomando a non nascondersi dietro la scusa della pandemia». «Trieste è entrata nella “Rete globale delle città per l’apprendimento dell’UNESCO” ed è stata riconosciuta dall’ANCI come “Città che legge”: questo è accaduto proprio perché la nostra città garantisce ai suoi abitanti l'accesso ai libri e alla lettura anche attraverso le biblioteche pubbliche. Questi riconoscimenti che Trieste ha ricevuto non siano però solo medagliette da appendersi al petto in un gigantesco “pro-forma” - continua Coricciati - ma siano viceversa uno stimolo in più per l’Amministrazione Dipiazza per riconoscere alle biblioteche comunali, con azioni immediate e concrete, il loro ruolo di luoghi sociali che favoriscono l’apprendimento e la lettura. I triestini amano le loro biblioteche: facciamo in modo che l’Amministrazione comunale riconosca e valorizzi questo sentimento.»