"Ancora un suicidio in divisa, secondo in Fvg, caso dopo il tragico evento di maggio a Udine"

"Ancora un suicidio in divisa, secondo in Fvg, caso dopo il tragico evento di maggio a Udine"
"Ancora un suicidio in divisa, stavolta nella nostra regione, a Monfalcone, secondo caso dopo il tragico evento di maggio scorso a Udine, ancora non chiarito.
 
Si tratta del quarantesimo caso dall’inizio dell’anno, ciò a dire che ogni cinque giorni un appartenente delle Forze armate, di Polizia o altri corpi deputati a proteggerci e garantire la sicurezza si toglie la vita: otto Carabinieri, cinque componenti della Guardia di Finanza, tre dell’Esercito e della Polizia penitenziaria, 12 poliziotti, quattro appartenenti delle polizie locali, due Vigili del Fuoco e guardie giurate, un membro dell’Aeronautica militare.
 
Uno stillicidio doloroso e che deve far riflettere: nel corso di questa legislatura ho cercato di tenere alta l’attenzione su questa triste serie, presentando alcuni atti, tra cui una mozione che purtroppo, a causa della fine anticipata della legislatura, non ha potuto essere discussa. Un atto che confido possa essere ripresentato già ad ottobre prossimo nel Parlamento rinnovato. I numeri parlano chiaro: nessun dito puntato, ma l’urgenza di analizzare le cause di questa anomala incidenza e mettere in atto tutte le misure possibili per arrestarla. 
 
Ai familiari dell'ultima vittima le mie più sentite condoglianze".
 
 
Lo scrive in una nota il deputato di Forza Italia Roberto Novelli.