Cassonetti inagibili, misure di sicurezza messe in atto da Acegas per le forti raffiche di bora

Cassonetti inagibili, misure di sicurezza messe in atto da Acegas per le forti raffiche di bora

Attivato il piano Bora a Trieste

A causa delle forti raffiche di bora che da questa mattina stanno spazzando la città, gli operatori di AcegasApsAmga stanno provvedendo a mettere in sicurezza i cassonetti per la raccolta dei rifiuti: cinque squadre sono al lavoro da questa mattina per sigillare i contenitori posizionati nelle zone più critiche e maggiormente soggette alla Bora. Dove possibile, inoltre, gli addetti della multiutility stanno provvedendo a mettere in sicurezza i cassonetti ancorandoli o ruotandoli in senso contrario alla direzione del vento per evitare che possano causare disagi e rischi per la sicurezza di passanti e mezzi.

Se saranno confermate le previsioni meteo, secondo cui da domenica 25 la bora calerà d’intensità, i servizi ambientali di AcegasApsAmga saranno in grado di ripristinare il regolare servizio.

 

Ridotti i giri di raccolta: l’invito a non conferire

Il forte vento può arrivare a impedire il sollevamento meccanico dei cassonetti nelle zone più esposte, inoltre i contenitori vuoti rischiano maggiormente di essere spostati dalle forti raffiche di Bora. Di conseguenza nelle zone più a rischio sono stati ridotti i regolari servizi di raccolta, pur monitorando la situazione: è comunque opportuno durante le giornate di Bora, evitare, per quanto possibile, ogni conferimento rifiuti. In caso di stringente necessità di conferimento si raccomanda poi di non abbandonare i rifiuti al di fuori di cassonetti sigillati, ma di utilizzare i più prossimi contenitori disponibili.

 

Interventi di presalatura in altipiano

A causa dell’abbassamento delle temperature previste nelle prossime ore, nel corso del pomeriggio partiranno tre squadre di addetti AcegasApsAmga per interventi di presalatura nelle zone critiche della città e nell’altipiano carsico.