Chiedeva 300 euro per entrare in Italia, passeur condannato a 4 anni di reclusione

Chiedeva 300 euro per entrare in Italia, passeur condannato a 4 anni di reclusione

Dopo assidui controlli in divisa ed in borghese, lo scorso gennaio la Polizia Locale intercettava un furgone sloveno - in una stradina secondaria vicino l'uscita dal Molo VII - che trasportava illegalmente una dozzina di persone, adulti e qualche bambino. Il conducente/passeur (Salomon Kotnik Elvis 24 anni, sloveno) veniva arrestato per favoreggiamento dell'ingresso di stranieri nel territorio dello Stato(1) oltre che di violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale(2). Pare chiedesse 300 euro a persona. Il furgone era stato messo sotto sequestro. Subito dopo il suo arresto, Salomon Kotnik entrava nel carcere di via Coroneo e lì vi è rimasto da allora: è di questi giorni infatti la notizia che il Gup Luigi Dainotti, al termine del processo con rito abbreviato, l'ha condannato a 4 anni di carcere e una multa di oltre 10 mila euro per aver favorito l'ingresso illegale in Italia di 12 cittadini extracomunitari. (1) D.L.vo 286/98, art. 12 (2) Codice Penale artt. 336-337