Abilità di pilotaggio tra droni sottomarini, gara tra studenti con il progetto "Navigando"

Abilità di pilotaggio tra droni sottomarini, gara tra studenti con il progetto

Oggi gli studenti dell'Istituto Tecnico "Volta" di Trieste si sono cimentati nelle gare finali a squadre del progetto "Navigando", ideato da mareFVG, dedicato alla cultura del mare. A Monfalcone, i ragazzi hanno gareggiato testando le abilità di pilotaggio tra i droni sottomarini che hanno assemblato loro stessi. Nel corso dell'anno le classi hanno infatti partecipato al laboratorio, intitolato “Let’s go underwater”, che si è realizzato attraverso il kit di costruzione SeaPerch, ideato dal prestigioso MIT di Boston. Gli studenti hanno dato dimostrazione di saper condurre in acqua un piccolo drone marino (mini Rov) in un percorso ad ostacoli, dopo averlo usato nelle scorse settimane per scoprire le biocenosi marine insieme a ricercatori dell’OGS. L’iniziativa, nel corso dell’anno scolastico è stata introdotta alle classi da una lezione sulla robotica marina offerta sempre dai ricercatori del CNR - INM sui “segreti” di questa affascinante disciplina e sulle innumerevoli applicazioni a cui si presta. Per il gran finale Navigando 2019, da oggi 15 maggio (fino al 17), quasi 750 studenti appartenenti a 36 classi di 16 scuole, provenienti da tutte le province del Friuli Venezia Giulia si sfideranno nelle gare finali per testare per testare i modellini navali e i droni sottomarini realizzati nel corso dell'anno. L'evento, che si svolge in parallelo al festival Scienza Under 18, porterà a Monfalcone circa 1600 studenti di medie, superiori ed elementari, oltre agli studenti di ingegneria navale dell’Università di Trieste. Domani, toccherà ai ragazzi dell’Isis Nautico tecnico e professionale, a quelli del liceo “Buonarroti” di Monfalcone e al “Vendramini” di Pordenone. Venerdì in gara gli studenti del liceo “Galilei”, dell'Isis “D'Annunzio-Fabiani” di Gorizia, dell'Isis “Bem” di Gradisca d'Isonzo e dell’ Itt "Lisio Plozner" di Latisana. IL PROGRAMMA. A partire da mercoledì 15 maggio, dalle 9 alle 14 nella tensostruttura allestita in viale della Resistenza, il Cluster delle tecnologie marittime del Friuli Venezia Giulia, mareFVG, sarà presente con le attività di Navigando che sono inserite nel programma degli eventi locali della Giornata Europea del Mare (European Maritime Day) che si celebra negli stessi giorni a Lisbona. Gli studenti delle scuole secondarie si sfideranno in due gare. Gli alunni delle “medie” testeranno, all’interno di un canale di circolazione del CNR INM (Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Ingegneria del Mare), assetto e resistenza dei modellini di navi che hanno costruito nel corso dell’anno con una vera e propria gara a squadre per testare i modellini navali realizzati. L’esperimento fa parte dell’esperienza interattiva “Una forma per l’acqua: tu che nave fai?”, dedicata alla comprensione della progettazione di uno scafo. Oggi, questo laboratorio ha visto la partecipazione delle classi della scuola media "Randaccio" di Monfalcone e della scuola "N. Sauro" di San Giorgio di Nogaro. Domani in gara gli alunni della scuola “Ascoli” (Gorizia) e della “Corridoni” (Fogliano Redipuglia) che sarà presente anche il venerdì (con altre classi) assieme alla “Alighieri” di Pieris. Gli studenti delle “superiori”, invece, si sfideranno in una gara di abilità di pilotaggio tra i droni sottomarini che hanno assemblato loro stessi. Il progetto, intitolato “Let’s go underwater”. Fino a venerdì 17 si susseguiranno queste due sfide. Venerdì pomeriggio è invece dedicato agli studenti di ingegneria navale che insieme ai ricercatori del CNR INM useranno il canale di circolazione per esperimenti scientifici. Un’ulteriore attività è realizzata da mareFVG ad hoc per il festival Scienza Under18, sempre inserita nel programma Navigando, sarà invece dedicata alle scuole primarie. In piazza della Repubblica giovedì 16 e venerdì 17 verrà allestito il laboratorio “Ribaltamento: la sicurezza è un gioco di pesi” rivolto, la mattina, agli studenti delle scuole partecipanti al festival, che si iscriveranno. Ai partecipanti verranno messi a disposizione dei set componibili di costruzione di una nave, con i quali giocare per sperimentare, divertendosi, il Principio di Archimede e i concetti di galleggiamento, stabilità e posizionamento del carico a bordo di una nave. I PROTAGONISTI. Scuole secondarie di I grado (medie). Oltre 300 studenti appartenenti a 15 classi di 5 scuole diverse. Dalla provincia di Gorizia: scuola “Randaccio” (Monfalcone), scuola “Ascoli” (Gorizia), Ic “Alighieri” (Pieris), scuola “Corridoni” (Fogliano Redipuglia). Dalla provincia di Udine: scuola “Sauro” di San Giorgio di Nogaro. Scuole secondarie di II grado (superiori). Circa 400 studenti appartenenti a 22 classi di 11 scuole diverse. Dalla provincia di Gorizia: liceo “Buonarroti” (Monfalcone), Isis “D'Annunzio-Fabiani” (Gorizia), Isis Bem (Gradisca d'Isonzo). Da Trieste: liceo “Galilei”, Isis Nautico tecnico e professionale, Its “Volta”. Da Udine: Isis “Mattei” (Latisana). Da Pordenone: liceo “Vendramini” (PN), Isis “Kennedy” (PN), Is “Il Tagliamento” (Spilimbergo) e ITT "Lisio Plozner" (Latisana). COMMENTO. Claudio Kovatsch, presidente di mareFVG: «Nel mese di maggio l’Europa festeggia la giornata europea del mare European Maritime Day 2019, le iniziative del progetto Navigando di mareFVG sono se non l’unica certo la più importante iniziativa regionale tra quelle dell’“European Maritime day in my country” programma europeo, con l’obiettivo di avvicinare i giovani e il pubblico alla cultura del mare, alle tecnologie marittime, suscitando curiosità e interesse, anche verso un futuro formativo e magari professionale nell’ambito dell’Economia del Mare. E siamo onorati del fatto che la Commissione Europea abbia identificato Navigando, come miglior progetto di orientamento alle professioni del mare dell’anno scolastico 2017/2018. Un ringraziamento particolare va alla Regione, al Comune di Monfalcone e al CNR che hanno reso possibile la realizzazione di questa iniziativa, che auspichiamo si possa ripetere nel tempo».   PROGETTO. Dopo l’entusiasmante esperienza pilota, la seconda edizione del progetto Navigando, realizzato tra il 2018 e il 2019, approdata nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio regionale, ha registrato un numero di adesioni che è quasi triplicato rispetto al 2017-2018, essendo passato da 28 a 66 classi e da 462 a 1286 studenti coinvolti. Navigando è il programma ideato con l’obiettivo di avvicinare gli studenti e la cittadinanza alle tematiche delle tecnologie marittime. Le iniziative, organizzate da mareFVG grazie alla collaborazione con esperti del settore, sono occasione di scoperta e stimolo per il pubblico. La attività didattiche rivolte alle scuole consentono agli studenti di scoprire le professioni legate al mondo del mare e sono occasione per esercitare lo sviluppo di abilità manuali. MareFVG, cluster regionale delle tecnologie marittime del Friuli Venezia Giulia, opera dal 2015 con l'obbiettivo, tra gli altri, di favorire sviluppo delle relazioni tra imprese e sistema della ricerca, territoriale e non solo; di realizzare iniziative di orientamento e di divulgazione relative alle tecnologie marittime e alle professioni del mare, per diffondere la conoscenza delle opportunità culturali e professionali esistenti nel settore marittimo; di sostenere le aggregazioni di attori regionali e esterni per realizzare iniziative mirate di formazione e alta formazione su temi emergenti delle tecnologie marittime, con l’obiettivo di supportare la crescita culturale dei giovani pronti per il mondo del lavoro e la formazione del personale già occupato.