“Adolescenza, un sole velato. crescere oggi che avventura”, incontri al liceo Carducci-Dante a cura del Soroptimist

“Adolescenza, un sole velato. crescere oggi che avventura”,  incontri al liceo Carducci-Dante a cura del Soroptimist
AVVENTURA del Soroptimist Club Trieste, in coorganizzazione con l’assessorato al Volontariato del Comune, che prevede un “ciclo di conferenze sulle criticità adolescenziali” che si terranno nelle scuole superiori Carducci-Dante.
 
All’illustrazione del progetto, cui erano presenti l’assessore comunale al Volontariato Lorenzo Giorgi e la presidente del sodalizio Fabienne Mizrahi, sono stati toccati vari aspetti concernenti varie patologie incontrate dai giovani d’oggi, che si possono contrastare favorendo il dialogo e l’informazione tramite l’attivazione di una sinergia tra tutti coloro che contribuiscono da vicino alla loro crescita.
 
“Oggi si fa il punto-nave su progetti dedicati ai giovani e alle loro problematiche che sono uno degli aspetti più rilevanti trattati dall’assessorato al Volontariato – ha detto Giorgi – e che vuole dare il suo apporto nel mettere in campo soluzioni e strumenti efficaci affinché vivano serenamente l’età giovanile”.
 
La presidente ha spiegato l’importanza di informare i giovani sulla negatività di certi comportamenti a rischio, quali l’abuso della rete, il cyberbullismo, fumo, alcool droghe, solo per citarne alcuni, creando consapevolezza sociale, coinvolgendo la comunità scolastica ma anche enti e mass media nella lotta ai pregiudizi e alla disinformazione. A tale proposito, nel progetto sono previsti interventi al Carducci-Dante con specialisti sotto forma di conversazioni aperte a studenti, docenti e familiari e che, non appena si potrà, nel rispetto delle norme anti-Covid, potranno essere messi in atto, in accordo con le scuole.
 
Inoltre saranno distribuiti nelle scuole degli opuscoli informativi in cui vengono elencati, nello specifico, i rischi del bullismo e cyberbullismo, del sexting dell’Hikikomori, dei disturbi legati all’alimentazione (ortoressia, bigoressia, e drunkoressia) e della ludopatia. A tale proposito, sempre nell’opuscolo, si potranno trovare i recapiti degli specialisti da cui farsi aiutare.