Maxi rissa in centro a Pordenone: indagati 5 giovanissimi, 3 minorenni

Maxi rissa in centro a Pordenone: indagati 5 giovanissimi, 3 minorenni

Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale “Squadra Volante” e della Squadra Mobile  della Questura di Pordenone, in ordine ai fatti accaduti nella serata di ieri martedì 25 febbraio in corso Garibaldi, hanno deferito in stato di libertà in ordine al reato di rissa aggravata 5 giovani, 3 minorenni di 15,16 e 17 anni e due 19enni; segnalandoli rispettivamente alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pordenone.

 

Gli agenti hanno nell’immediatezza contestualizzato l’accaduto, verificando come il gruppo composto da tre minorenni ed un maggiorenne, recatosi al parcheggio del Supermercato “PAM”, incrociava un altro ragazzo 19enne,  incontro dal quale originava un alterco verbale per futili motivi, riconducibile ad una pregressa conoscenza degli stessi, che poco dopo sfociava alle vie di fatto, con scambio di pugni  e l’utilizzo  di un coccio di bottiglia, rissa a seguito della quale uno dei partecipanti riportava un lieve taglio, che veniva medicato presso il locale pronto soccorso,  giudicato guaribile in giorni 5.

 

I contendenti, quindi si dileguavano, alcuni lungo corso Garibaldi ed altri in direzione di largo San Giorgio.

Condotti presso gli uffici della Questura si riscontava come i giovanissimi, risultassero tutti gravati a vario titolo per reati contro il patrimonio e la persona, venendo quindi sottoposti a rilievi fotodattiloscopici e procedendo così ad indagarli in stato di libertà per il reato di rissa aggravata.

 

Nella ricostruzione della vicenda è stata riscontrata la presenza anche di una ragazzina neomaggiorenne  che si accompagnava ad uno dei giovani corissanti.

Tutti gli indagati risultano essere domiciliati o residenti nella Provincia di Pordenone.