Uefa Euro Under 21, successo la terza Site Visit al Rocco: possibile test match a marzo

Uefa Euro Under 21, successo la terza Site Visit al Rocco: possibile test match a marzo

"Ripensiamo a diciotto mesi or sono, al momento della firma dell'impegno di Trieste ad ospitare l'Europeo di calcio Uefa Under 21 e vediamo lo stadio ora. In questo periodo di tempo relativamente breve è stato fatto qualcosa di straordinario, riteniamo ci siano pochi altri esempi nell'intero continente di un lavoro così grande fatto così bene in un lasso di tempo del genere".

Con un giudizio che non lascia adito a fraintendimenti di sorta, la delegazione UEFA riassunto e certificato la propria viva soddisfazione per come stanno procedendo i lavori al Rocco, in occasione della terza site visit andata in scena nella giornata di oggi nel principale impianto sportivo cittadino. L'incontro, tappa d'avvicinamento verso lo storico appuntamento dell'Europeo di calcio Under 21 del prossimo giugno, ha visto la partecipazione delle delegazioni di UEFA, FIGC, broadcaster company con in testa la RAI, lo staff societario dell'U.S. Triestina Calcio, i tecnici del Comune di Trieste insieme all'Assessore allo Sport Giorgio Rossi e i vertici delle Forze dell'Ordine rappresentati dal Dottor Michele Vecchiet.

Il folto gruppo di partecipanti, dopo i saluti di rito in un'ampia sala allestita per l'occasione all'interno dello stadio dall'U.S. Triestina Calcio, si è diviso per verificare tutti i diversi aspetti previsti dal sopralluogo: dalla sezione dedicata ai media alle strutture da predisporre per il ticketing, dalle tematiche relative ad accessi allo stadio e ordine pubblico alla viabilità, dai progetti inerenti l'abbattimento delle barriere fino ai cablaggi a bordo campo per fotografi e operatori della comunicazione.

In attesa di conoscere le squadre sorteggiate per giocare a Trieste (sorteggio che avrà luogo il 23 novembre a Bologna), unanime è stata la soddisfazione dei partecipanti sotto tutti i punti di vista e per ogni aspetto dell'odierno sopralluogo, con un unico comune denominatore come conclusione: il grosso del lavoro è stato fatto e portato a compimento in maniera eccezionale, ora bisogna lavorare sui dettagli per rendere il "Rocco" un impianto all'avanguardia non solo nazionale, ma internazionale. La prossima site visit avrà luogo ad aprile 2019 ed entro quella data sarà ampiamente in corso d'opera l'eliminazione delle barriere a bordo campo. Il progetto iniziale prevede l'installazione di pannelli di vetro alti 1,10 metri in tutti i settori dello stadio, ad eccezione del settore ospiti che prevede pannelli di 2,5 metri di altezza. Il desiderio di tutte le delegazioni presenti, sarebbe quello di uniformare l'altezza dei pannelli del settore ospiti al resto dell'impianto, ma per raggiungere questo obiettivo occorrerà trovare un accordo tra Comune di Trieste e Forze dell'Ordine, tavolo tecnico che verrà istituito già nell'immediato futuro.

A lavori ultimati e comunque entro l'ultima site visit in programma ad aprile 2019, è stata avanzata da UEFA, FIGC e broadcasters la possibilità di valutare la concreta funzionalità del "Rocco" attraverso un test match di prestigio internazionale, una sorta di prova generale a meno di novanta giorni dal via ufficiale della grande kermesse calcistica che vedrà Trieste come una delle sedi protagoniste.

"Siamo felicissimi di aver ricevuto riscontri e pareri così positivi - ha dichiarato Mauro Milanese in chiusura di questa lunga giornata di lavori - questo entusiasmo delle delegazioni di UEFA, FIGC e media rappresenta energia positiva per procedere con rinnovata determinazione e ulteriore velocità. Il grosso è stato fatto, è vero, ma i dettagli sui quali lavorare sono ancora tanti. Rinnoviamo l'appuntamento alla quarta site visit di aprile 2019, quando il "Rocco" sarà ormai pronto non solo per ospitare l'Europeo Under 21, ma anche per entrare a pieno titolo nell'elite degli stadi di calcio più belli e moderni d'Europa".