STREPITOSA TRIESTINA! Poker casalingo contro il Cesena

STREPITOSA TRIESTINA! Poker casalingo contro il Cesena

 In settimana abbiamo visto la Triestina in versione “double face”: caparbia a Piacenza e capace di conquistare, soffrendo, l’intera posta; impalpabile tre giorni dopo a Gubbio con conseguente secca sconfitta. Oggi, contro il Cesena FC, come si saranno comportati i ragazzi di mister Gautieri? Decisamente meglio. Con una gara accorta i rossoalabardati hanno superato nettamente il Cesena per 4-1, soffrendo solamente nel primo quarto d’ora della ripresa, dopo il rigore di Caturano. Con l’inserimento di Mensah la Triestina ha ritrovato i presupposti per ripartire ed infatti da una ripartenza è scaturita l’azione che ha portato alla terza rete rossoalabardata, che di fatto ha tagliato le gambe ai bianconeri romagnoli. Dopo tre minuti è infatti arrivata la quarta rete e, nel finale, l’occasione per il quinto sigillo. Domenica prossima la Triestina giocherà nuovamente al Rocco, affrontando la Virtus Vecomp Verona.

Al fischio iniziale del signor Panettella di Gallarate (VA) i rossoalabardati si sono schierati con: Offredi tra i pali con difesa formata da Scrugli, Codromaz, Lambrughi ed Ermacora (che sostituisce l’infortunato Malomo); centrocampo affidato a Maracchi, Lodi e Steffè; in attacco Gatto, Procaccio e Gomez. Pochi (poco più di 2500) i presenti sugli spalti del Rocco, con un centinaio di supporters giunti dalla Romagna.

Primo tempo

Dopo un angolo conquistato dalla Triestina – senza esito – sono gli ospiti ad avere la prima occasione con un tiro di De Santis respinto da Offredi. Il gioco si sviluppa a centrocampo ed al 6° minuto è la Triestina a passare in vantaggio: inserimento fulmineo di Steffè dalla fascia destra e cross teso che trova pronto Gomez alla deviazione di testa in tuffo. Al 13° il Cesena risponde con una deviazione in area di Zampano, con grande intervento di Offredi che respinge. Tre minuti dopo arriva il raddoppio dei rossoalabardati: ancora dalla destra un inserimento, questa volta di Scrugli che trova ancora Gomez che salta più alto di tutti e batte nuovamente Marson. Triestina ancora pericolosa al 21° con un tiro di Gatto dal vertice destro dell’area romagnola, con Marson bravo ad alzare sopra la traversa. I rossoalabardati controllano con ordine gli attacchi dei bianconeri, che si fanno vivi con un tiro dal limite che trova pronto Offredi alla respinta di pugno. Un minuto dopo romagnoli ancora pericolosi con Caturano che, da posizione favorevole, spedisce sul fondo. Al 45° preciso il signor Panettella manda le squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo

Il Cesena inserisce Ardizzone per Giraudo. Al 2° minuto l’arbitro assegna un calcio di rigore al Cesena per atterramento di Borello da parte di Scrugli: trasformazione affidata a Caturano che spiazza Offredi. Al 5° ammonito Zampano per proteste ed animi accesi al nono in area rossoalabardata, complice un intervento scorretto su Offredi in uscita. Un minuto dopo girandola di sostituzioni: per l’Unione escono rispettivamente Gatto per Mensah e Maracchi per Paulinho; per il Cesena Zerbin per Russini e Rosaia per De Feudis. Al 19° Gautieri inserisce Frascatore per Ermacora. Cesena più propositivo nei primi minuti della ripresa, con l’Unione che si ripresenta in area con un tiro di Paulinho che viene deviato in angolo da un difensore ospite. Al 29° doppio cambio per la Triestina: esce tra gli applausi Gomez lasciando il posto a Granoche e Cernuto rileva Scrugli. Al 33° perfetta azione di contropiede con sgroppata di Mensah che mette al centro per il liberissimo Granoche, il quale ha tutto il tempo di controllare e di trafiggere Marson. La Triestina insiste e tre minuti dopo trova la quarta segnatura con Paulinho, che devia di prima intenzione un traversone basso di Procaccio e mette alle spalle di Marson. Al 43° il Cesena sostituisce Caturano con Zecca. Al 48° bel velo di Paulinho per la botta di Procaccio a colpo sicuro, che trova la respinta sulla linea di un difensore ospite. Dopo 4 minuti di recupero il signor Panettella decreta la fine dell’incontro; finalmente la Curva Furlan può applaudire i giocatori di mister Gautieri per la vittoria e la buona prestazione complessiva.

Bruno Pasini

 

FOTO GIORGIO WITTREICH

Gallery