Pallamano Trieste trionfa contro Siracusa in casa

Pallamano Trieste trionfa contro Siracusa in casa

Pallamano Trieste - Teamnetwork Albatro 28-21 (12-12)
Pallamano Trieste: Dapiran 7, Hrovatin 6, Mazzarol, Pernic 1, Popovic 1, Milovanovic, Di Nardo 1, Stojanovic 1, Zoppetti, Parisato, Visintin, Bosco, Sandrin 1, Kuodys 5, Bratkovic 5. All.: Oveglia
Teamnetwork Albatro: Grande, Cuello 8, Vanoli, Nobile, Canete 6, Vinci, Pola 1, Lo Bello, Murga 3, Cuzzupè, Quattrocchi, Sortino 1, Bobicic 2, Mizzoni. All.: Vinci

Si voleva dare continuità al risultato positivo maturato a Cassano Magnago e i biancorossi tale occasione non se la sono sono fatta sfuggire battendo al PalaChiarbola per 28-21 la Teamnetwork Albatro. Vittoria senz'altro meritata per Trieste che dopo un primo tempo giocato sottotono ha trovato la giusta reazione nella ripresa aumentando con il trascorrere dei minuti lo strappo sui siciliani sino a toccare nel finale le 7 reti di scarto.
La cronaca. L'Albatro parte decisamente meglio tanto da trovare nell'arco dei primi 3' il doppio vantaggio con Cuello e Canete (0-2), dal versante opposto l'asse Kuodys-Sandrin impatta (2-2) al 7'. La formazione guidata da coach Vinci approfitta di alcune disattenzioni difensive dei giuliani e prova a scappare mettendo un break di 4-1 (3-6), Trieste a questo punto riordina le idee tornando in carreggiata con le reti di Dapiran, Bratkovic e Hrovatin (7-8) in un equilibrio che rimane piuttosto costante sino al primo vantaggio dei padroni di casa firmato dal giovane Stojanovic (11-10). Seguono i gol di Cuello e Canete (11-12) a cui replica Dapiran per il pari (12-12) di fine primo tempo.
Al rientro dagli spogliatoi Trieste parte con tutt'altro piglio: Dapiran, Hrovatin e Bratkovic trovano la via del gol (15-13), mentre Zoppetti, in versione saracinesca, con 5 parate consecutive blocca le folate degli ospiti. Il momento è propizio ai biancorossi che si portano sul +3 (17-14) prima dell'ultima fiammata siracusana messa a bersaglio da Pola (18-17). Il trio Bratkovic-Popovic-Hrovatin da il la all'allungo (24-20) che si concretizza di fatto con il definitivo 28-21.
Soddisfatto coach Oveglia: “E' stata una partita decisamente difficile, Siracusa si è dimostrata molto agguerrita. Durante la settimana abbiamo avuto delle difficoltà in quanto non ci siamo allenati al completo ma nonostante ciò i ragazzi hanno reagito al meglio, un plauso lo vorrei rivolgere ai giovani Stojanovic, alla sua prima rete in serie A, e Zoppetti autore di una buonissima prestazione tra i pali. Se ci mettiamo poi l'esperienza e la tecnica di Bratkovic e Dapiran tutto diventa certamente meno complicato anche se devo sottolineare, ancora una volta, che la linea verde rappresenta il futuro della Pallamano Trieste. Ora conto di recuperare tutti gli effettivi in maniera da affrontare l'ostica trasferta di Appiano nel migliore dei modi”.