La Corsa del Ricordo il 30 ottobre in contemporanea si corre a Roma, a Milano, a Trieste e a San Vito dei Normanni

La Corsa del Ricordo il 30 ottobre in contemporanea si corre a Roma, a Milano, a Trieste e a San Vito dei Normanni
Domenica 30 ottobre sarà una giornata davvero speciale, dedicata alla corsa su strada ma soprattutto volto a lanciare un forte messaggio culturale per commemorare,  contemporaneamente in quattro città, i massacri delle foibe e il drammatico esodo delle popolazioni di Istria Fiume e Dalmazia dai territori nazionali occupati dalle forze del Maresciallo Tito al termine della Seconda Guerra Mondiale.
 
La Corsa del ricordo, nata a Roma nel 2014, ma che ha già vissuto anche a Trieste quattro edizioni, quest’anno si svolgerà in contemporanea a Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni. Un grande progetto voluto fortemente da ASI (Associazioni Sportive E Sociali Italiane), che ha deciso, compiendo un grande sforzo organizzativo, di portare l’evento in quattro location che vanno da nord a sud della penisola.
 
La manifestazione si avvale della fattiva collaborazione dell’ Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ne ha sposato le finalità storiche, ed ha voluto sostenere gli sforzi di ASI, rendendo possibile una programmazione così articolata e complessa, dando modo ai podisti, di tutta Italia e provenienti dall’estero, di partecipare ad un evento che, visti gli obiettivi che si prefigge, è molto di più di una gara sportiva.
 
La data scelta in questo 2022 non è nella tradizionale settimana del 10 febbraio, quella dedicata al Giorno del Ricordo in virtù della legge 30 marzo 2004 n. 92 voluta dal Governo Italiano. Gli impedimenti legati alla pandemia hanno costretto ASI a rinviare la Corsa del Ricordo in autunno, ma il suo significato storico di certo non cambia. La gara tornerà a disputarsi a febbraio nell’edizione 2023 e gli organizzatori stanno già lavorando per aggiungere altre città, che ne hanno fatto richiesta, a quelle che hanno già aderito.
 
Le gare saranno strettamente collegate fra loro.  Lo start sarà dato in contemporanea alle 9.30 e verranno stilate classifiche congiunte che decreteranno i vincitori assoluti 2022 della Corsa del Ricordo.
 
I PERCORSI-  
 
A Roma si tornerà a correre nel tradizionale percorso nel quartiere Giuliano-Dalmata, con partenza con partenza ed arrivo in via Oscar Senigaglia dove è posta la stele commemorativo in ricordo dei 300000 esuli giuliano-dalmata.
 
A  Milano la gara si svolgerà su un suggestivo tracciato di 10 km intorno ai quattro laghi del Parco delle Cave nella zona ovest della città.
 
A Trieste si tornerà sul collaudato e suggestivo percorso, con partenza ed arrivo nella Foiba di Basovizza.  
 
A S.Vito Dei Normanni la partenza e l’ arrivo saranno posti in Piazza Leonardo Leo, con percorso nelle strade della città completamente chiuse al traffico.
 
LA CONFERENZA STAMPA-
 
L’intero progetto della Corsa del Ricordo sarà presentato ufficialmente alla stampa e alle autorità nel corso di una conferenza che si terrà martedì 4 ottobre a Roma, alla presenza degli organizzatori, dei rappresentanti degli enti locali delle quattro città, e di personaggi dello sport, nella prestigiosa Sala Caduti di Nassyria di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.
 
Per intervenire alla conferenza stampa è necessario accreditarsi fornendo alla mail gianlucamontebelli@yahoo.it entro e non oltre venerdì 30 settembre i seguenti dati.
 
1) Nome e cognome
 
2) N° tessera professionale (per chi è giornalista)
 
3) Ordine dei giornalisti di riferimento (Es. Lazio e Molise)
 
3) Numero di cellulare
 
Per gli uomini l'accesso alla sala Nassyria è consentito indossando giacca e cravatta
 
LE ASSOSCIAZIONI CHE SOSTENGONO LA CORSA DEL RICORDO-
 
La FederEsuli: ( che raccoglie al suo interno l’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio, l’Associazione delle Comunità Istriane, l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, il Libero Comune di Fiume in Esilio, il Libero Comune di Pola in Esilio) , l’ ANVGD – Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia; il Coordinamento Adriatico; l’ Associazione delle Comunità Istriane; l’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio; l’ Associazione Nazionale Dalmata; l’ Associazione Giuliani nel Mondo; l’ Associazione Libero Comune di Fiume in Esilio; l’ Associazione Libero Comune di Pola in Esilio; il C.D.M. – Centro Documentazione Multimediale della Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata di Trieste; il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno; il Circolo di cultura istro-veneta “Istria”; il Comitato 10 Febbraio; la Fondazione Scientifica Rustia Traine; l’ I.R.C.I. – Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata; la Lega Nazionale di Trieste, la Società Dalmata di Storia Patria di Roma e di Venezia; la Società di Studi Fiumani, l’ Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio; l’ Unione degli Italiani; l’ U.P.T. – Università popolare di Trieste.