Corsa della Bora, manca un mese: la 5a edizione dal 4 al 6 gennaio 2020

Corsa della Bora, manca un mese: la 5a edizione  dal 4 al 6 gennaio 2020

Manca un mese alla S1Corsa della Bora, che si terrà dal 4 al 6 gennaio 2020, ma il conto alla rovescia è già partito. Questa mattina infatti, nel Palazzo della Regione a Trieste si è svolta la presentazione ufficiale della gara internazionale di trailrunning organizzata dall'Asd SentieroUno e diventata l'evento clou invernale nel panorama nazionale della specialità. A fare gli onori di casa c'era l'assessore regionale alla cultura e allo sport del Fvg Tiziana Gibelli che ha sottolineato la caratura mondiale di un appuntamento capace di attrarre atleti e turisti da ogni continente. Successivamente hanno preso la parola Sandi Klun e Antonio Ghersinich, rispettivamente sindaco e assessore allo sport del comune di San Dorligo della Valle, area toccata dai corridori fin dalla prima edizione. Klun e Ghersinich hanno rimarcato come la S1Corsa della Bora riesca a dare notevole visibilità ad un'area poco abitata ma ricca di bellezze naturalistiche come la Val Rosandra e dunque a coinvolgere piccole realtà che da un punto di vista turistico necessitano di farsi conoscere al grande pubblico. «Un'organizzazione da 10 e lode ed uno sforzo enorme, e ripagato stando ai numeri dei partecipanti, per trasmettere e far vivere le peculiarità naturalistiche, sociali, culturali e sportive del nostro territorio», le parole del vicepresidente del Coni Regionale Francesco Cipolla, condivise pure dal presidente dell'Associazione Italiana Cultura e Sport Fvg Giorgio Mior. Quest'ultimo ha rimarcato come «i valori dell'inclusione, dello sport per tutti, della condivisione di iniziative culturali e sociali atte ad influenzare in maniera positiva la nostra società siano le basi fondanti su cui si basano le iniziative sia dell'Asd SentieroUno che dell'Aics». E' stato poi, come di consueto, il presidente della società organizzatrice Tommaso de Mottoni ha svelare le peculiarità e i punti di forza della 5ª edizione della S1Corsa della Bora: « anche quest'anno i numeri ci sorrideranno dato che abbiamo quasi terminato tutti i pettorali disponibili per le 5 prove di trailrunning. Per quanto riguarda l'aspetto puramente sportivo anche nel 2020 sulla linea di partenza si schiereranno atleti di altissimo livello del trail. Ma una delle grandi novità di questa stagione è il Borafest – Outdoor Winter Festival, denso di iniziative che permetterà ad ogni genere di persona di vivere una giornata diversa dalle altre, conoscere luoghi unici del Carso, avvicinarsi a nuove discipline sportive. Gli appuntamenti saranno veramente per tutti i gusti, a dimostrazione della nostra volontà di coinvolgere nella S1Corsa della Bora più realtà, variegate nelle proprie caratteristiche, possibili. Inoltre quest'anno è nato un evento di inclusione dal sapore rivoluzionario denominato Iperatleti con il quale vogliamo ridefinire il concetto di integrazione e disabilità. Un'altra novità è la collaborazione con la Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) che ha scelto laS1 Corsa della Bora e il Borafest come scenari per il primo raduno del progetto “80k (off) road to 2021”, che vedrà i migliori specialisti italiani della corsa in montagna allenarsi sui sentieri di Trieste e dei suoi dintorni. Infine, non scordiamoci di due capisaldi del nostro evento come l'attenzione maniacale alla sicurezza e all'ambiente». Sul tema sicurezza un ruolo fondamentale lo svolgerà il Soccorso Alpino di Trieste rappresentato in sala dal capostazione locale Gabriele Pellizzer. Per quanto concerne il concetto di sostenibilità ambientale a fianco dell'Asd SentieroUno si è schierato nuovamente il Wwf di Trieste che prima, durante e dopo le gare monitora l'impatto ambientale provocato dal passaggio dei corridori. Inoltre, come ha spiegato il presidente del Wwf Trieste Alessandro Giadrossi: «assieme alla Trieste Atletica, coorganizzatrice della S1Sprint di 16km abbiamo sposato il progetto nazionale “Orso 2x50”, atto ad evitare l'estinzione e raddoppiare il numero dell'orso bruno marsicano. Parte del ricavato delle iscrizioni alla S1Sprint sarà devoluto a sostegno di questa iniziativa. Inoltre chi vorrà potrà correre sfoggiando un t-shirt apposita per l'occasione., diventando un fondamentale testimonial».