Alma Trieste, ko con onore a Bologna con la Consultinvest

Alma Trieste, ko con onore a Bologna con la Consultinvest

Sconfitta fuori casa per l’Alma Pallacanestro Trieste, che nel big match della ventesima giornata alza bandiera bianca contro la Consultinvest Bologna, in un PalaDozza gremito e letteralmente incendiato a livello di tifo: 71 – 65 il finale per il team di Stefano Comuzzo, che per l’occasione sostituisce Matteo Boniciolli in panchina, mentre i biancorossi rinunciano a Matteo Da Ros, rimasto a Trieste a curarsi la caviglia malconcia.

La partenza vede Trieste protagonista con un ottimo Bowers e Green, che segna la tripla del +6 (7 – 13): la Consultinvest viene tenuta in piedi da un ottimo Daniele Cinciarini, che è scatenato al tiro e propizia il recupero Fortitudo, coronato da Luca Gandini. Il lungo ex Trieste, con un gioco da tre punti, sigla il 13 – 13 a 4’39’’ dalla prima sirena: si apre qui il lungo digiuno di Trieste, che subisce un parziale di 12 – 0. Il PalaDozza esplode con i canestri di Cinciarini (5/8 da due, 3/5 nelle bombe, 2/4 ai liberi, 5 falli subiti, 4 rimbalzi), Mancinelli e Fultz, che piazzano il 25 – 13: l’Alma risponde con Baldasso e due liberi di Cittadini per il meno otto del decimo minuto.

Nella seconda frazione, entra in campo Amici ed è subito canestro: il rasta di coach Comuzzo e Rosselli portano avanti la “F” in doppia cifra; per Trieste sembra piovere sul bagnato, perchè Janelidze commette il terzo fallo dopo poco più di un minuto e Mancinelli mette due liberi per il +14 (31 – 17). Il cuore biancorosso, però, non va mai sottovalutato: Prandin dalla media e Bowers implacabile da tre riportano gli ospiti sotto la doppia cifra di svantaggio: si apre un controparziale targato Green – Bowers, poi è Amici che si prende la scena, ma in maniera negativa. Un suo fallo antisportivo su Loschi frutta i tre liberi del meno cinque (35 – 30) e, pochi minuti dopo, il giocatore fortitudino si ripete, questa volta su Fernandez. Fallo difensivo e proteste: logico il fallo tecnico e la conseguente espulsione; “Lobito” ringrazia con due liberi e Baldasso, sul possesso successivo, punisce dalla media (35 – 34). Negli ultimi minuti, la Fortitudo segna solo dalla lunetta, mentre Trieste torna a contatto, chiudendo a meno tre i primi venti minuti di gioco.

La terza frazione si apre con un bel back door di Coronica servito da Cavaliero e con la schiacciata di Bowers (4/8 da due, 3/4 nelle triple, 2/4 ai liberi, 7 rimbalzi, 2 stoppate) per il 41 – 40: il lungo di Dalmasson, però, commette il terzo fallo dopo poco più di due minuti e la grande aggressività della Fortitudo permette ai felsinei di allontanarsi di nuovo. Italiano dalla distanza e Gandini (5/8 dal campo, 5/5 in lunetta, 6 rimbalzi, 3 assist) da sotto riportano avanti i padroni di casa: 47 – 40, poi l’impatto a rimbalzo offensivo fa la differenza. Chillo si muove bene nei pressi del ferro e porta nuovamente avanti in doppia cifra la Fortitudo: il terzo quarto si chiude sul 55 – 44.

Nell’ultimo quarto, l’Alma tira fuori il cuore e, in un amen, dimezza lo scarto: una schiacciata in tap-in di Green (2/6 da due, 1/4 nelle bombe, 6/6 in lunetta, 7 rimbalzi, 6 falli subiti) e la tripla di Cavaliero fissano il 60 – 55, tanto che Comuzzo deve rifugiarsi in time out. Non serve, perchè Javonte piazza un’altra affondata e solamente Gandini spezza il digiuno “F”: 62 – 57, ma Trieste piazza uno 0 – 7 firmato da Lawrence Bowers. Il lungo classe ’90 riporta l’Alma avanti 62 – 64, ma si sveglia capitan Mancinelli: una bomba dall’angolo e due liberi fruttano il +3 Consultinvest. L’Alma commette un errore sanguinoso dalla lunetta con Bowers, mentre dall’altra parte Cinciarini è il killer, con il canestro della staffa (69 – 65) a 29’’ dal termine: i biancorossi ci provano ancora con Cavaliero, Fernandez e Green, ma non serve, perchè Rosselli dalla lunetta arrotonda il +6 finale con con la Fortitudo conquista i due punti.

FORTITUDO BOLOGNA – TRIESTE 71 – 65 Consultinvest Fortitudo Bologna: Cinciarini 21, Fultz 5, Mancinelli 12, Montanari ne, Rosselli 5, Amici 2, Italiano 3, McCamey, Chillo 6, Gandini 15, Pini 2, Boniciolli ne. All. Comuzzo Alma Pallacanestro Trieste: Cittadini 2, Green 13, Cavaliero 9, Loschi 6, Fernandez 4, Baldasso 6, Janelidze, Bowers 19, Schina ne, Deangeli ne, Coronica 2, Prandin 4. All. Dalmasson

Parziali: 25-17; 39-36; 55-44 Arbitri: Mauro Moretti di Perugia, Gianluca Capotorto di Roma, Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno