Donne Dem Trieste contro Sanremo: «No a chi inneggia allo stupro, alla tortura, al femminicidio»

Donne Dem Trieste contro Sanremo: «No a chi inneggia allo stupro, alla tortura, al femminicidio»

«Le Donne Democratiche di Trieste hanno sottoscritto con convinzione e sin dal primo momento la petizione su change.org della Conferenza Nazionale Donne Democratiche contro le scelte degli organizzatori del Festival di Sanremo e della Rai. Non possiamo rimenere indifferenti a chi inneggia allo stupro, alla tortura, al femminicidio, a chi propone come immagine del suo brano una donna legata ad una sedia, messaggi pericolosamente violenti e diretti ad ascoltatori giovanissimi. Il Iinguaggio rispecchia la società ma questo tipo di linguaggio contribuisce ad alimentare sempre più una cultura maschilista. Cominciare a prestare attenzione al linguaggio anche nelle canzoni potrebbe essere un punto di partenza per tutti noi per combattere il sessismo e costruire una società con meno disparità di genere e più rispetto». Lo sottolinea in una nota Maria Luisa Paglia Coordinatrice Conferenza Permanente Donne Democratiche Trieste