«Comunità senegalese di Trieste ha dato il proprio appoggio in modo concreto a Linea d’Ombra»

«Comunità senegalese di Trieste ha dato il proprio appoggio in modo concreto a Linea d’Ombra»

Pubblichiamo da Maria Luisa Paglia - Coordinatrice UnitedCultures

Oggi la Comunità senegalese di Trieste ha dato il proprio appoggio in modo concreto a Linea d’Ombra, un’associazione che a solo titolo di volontariato cerca di ricoprire il vuoto lasciato dall’amministrazione locale, la quale in tale modo non solo dimostra la sua incapacità nel gestire arrivi e passaggi,  per aver eliminato il servizio dell’Help Center, ma anche perché mette a rischio la salute di tutti.
La solidarietà non ha confini, non ha muri, non ha differenze culturali e religiose, non ha difficoltà linguistiche, si basa solo su un comune e naturale senso di umanità, ritrovando nell’altro essere umano, il fratello e la sorella, il padre e la madre, noi stessi nel momento del bisogno. Mettersi dalla parte dell’altro, nei panni, nelle scarpe, nella condizione sociale, economica e di salute dell’altro, serve sicuramente per capirne la sofferenza, ma l’evoluzione e la civiltà di un popolo si misura quando lo percepisci anche senza passare attraverso quella strada. Grazie fratelli e sorelle della comunità senegalese per il vostro gesto di grande valore morale. Dieureudief! Solo il Covid ha potuto impedirmi di essere lì con voi, ma con il cuore sono presente.