«Basovizza è la Lampedusa del Nord. Oggi altri 40 arrivi!!»

«Basovizza è la Lampedusa del Nord. Oggi altri 40 arrivi!!»

Pubblichiamo il comunicato del segretario generale provinciale FSP POLIZIA DI STATO ALESSIO Edoardo

 

Anche nella giornata odierna sono continuati imperterriti gli arrivi dei migranti via rotta Balcanica dalla vicina Slovenia , che prosegue la sua politica di impegno nel perseguire il divieto di accesso ai trasfrontlieri italiani , anche minacciandoli con le armi , ma lascia passare nel suo territorio i migranti che dovrebbe bloccare ai confini con la Croazia non aderente a Schengen.

La colpevole indifferenza del Governo di Lubiana sul tema migratorio grava sempre maggiormente sulle spalle del già provato stato Italiano, il quale , deve già farsi carico della rotta mediterranea e fiaccato , inoltre, dalla pesante crisi epidemica di covid 19 che ha coinvolto il paese mettendolo i difficoltà.

I 41 arrivi di oggi , vanno ad appesantire il già provato sistema che fabbisogna urgentemente di una reazione da parte del Governo di Roma , il quale , non può più far finta di non vedere la grave problematica creatasi in questo angolo di paese , adoperandosi immediatamente per l’arrivo di più uomini per rafforzare le vigilanze ai confini e l’attivazione di un Hot Spot per migliorare l’efficienza dei rintracci e la conseguente ospitalità in sicurezza sanitaria dei richiedenti asilo .

C’è frustrazione nell’ambiente della Pubblica Sicurezza ,che vede vane le richieste lecite di avere rinforzo e mezzi adeguati per salvaguardare la sicurezza e l’operativita del personale di Polizia ; le problematiche sono molte , troppe ,per non vedersi riconoscere la dovuta attenzione dal Governo che a questo punto deve prendere seri provvedimenti per risolvere il problema .

Abbiamo denunciato da molto le criticità della provincia , segnalando la situazione del gabinetto di Polizia Scientifica , del personale della Frontiera e della Questura , evidenziando le condizioni difficili di lavoro che i colleghi giornalmente affrontano con grande spirito di abnegazione senza venire mai , fra l’altro , premiati per l’operato svolto .

Ora , per l’ennesima volta , vogliamo accedere la luce su una situazione che risulta dai fatti trascurata dal Dipartimento, il quale , deve fare al più presto qualcosa prima che ci si trovi in situazioni di emergenza ancora più delicate da gestire di quelle odierne vista la pressione migratoria che si sta creando in Bosnia dove sembra vi siano migliaia di profughi pronti a salire verso il nord Europa e contestualmente in Italia .

FOTO DI REPERTORIO 

Anche nella giornata odierna sono continuati imperterriti gli arrivi dei migranti via rotta Balcanica dalla vicina Slovenia , che prosegue la sua politica di impegno nel perseguire il divieto di accesso ai trasfrontlieri italiani , anche minacciandoli con le armi , ma lascia passare nel suo territorio i migranti che dovrebbe bloccare ai confini con la Croazia non aderente a Schengen.
La colpevole indifferenza del Governo di Lubiana sul tema migratorio grava sempre maggiormente sulle spalle del già provato stato Italiano, il quale , deve già farsi carico della rotta mediterranea e fiaccato , inoltre, dalla pesante crisi epidemica di covid 19 che ha coinvolto il paese mettendolo i difficoltà.
I 41 arrivi di oggi , vanno ad appesantire il già provato sistema che fabbisogna urgentemente di una reazione da parte del Governo di Roma , il quale , non può più far finta di non vedere la grave problematica creatasi in questo angolo di paese , adoperandosi immediatamente per l’arrivo di più uomini per rafforzare le vigilanze ai confini e l’attivazione di un Hot Spot per migliorare l’efficienza dei rintracci e la conseguente ospitalità in sicurezza sanitaria dei richiedenti asilo .
C’è frustrazione nell’ambiente della Pubblica Sicurezza ,che vede vane le richieste lecite di avere rinforzo e mezzi adeguati per salvaguardare la sicurezza e l’operativita del personale di Polizia ; le problematiche sono molte , troppe ,per non vedersi riconoscere la dovuta attenzione dal Governo che a questo punto deve prendere seri provvedimenti per risolvere il problema .
Abbiamo denunciato da molto le criticità della provincia , segnalando la situazione del gabinetto di Polizia Scientifica , del personale della Frontiera e della Questura , evidenziando le condizioni difficili di lavoro che i colleghi giornalmente affrontano con grande spirito di abnegazione senza venire mai , fra l’altro , premiati per l’operato svolto .
Ora , per l’ennesima volta , vogliamo accedere la luce su una situazione che risulta dai fatti trascurata dal Dipartimento, il quale , deve fare al più presto qualcosa prima che ci si trovi in situazioni di emergenza ancora più delicate da gestire di quelle odierne vista la pressione migratoria che si sta creando in Bosnia dove sembra vi siano migliaia di profughi pronti a salire verso il nord Europa e contestualmente in Italia .