«Assoluta mancanza di un protocollo sanitario per il fenomeno della migrazione via Rotta Balcanica»

«Assoluta mancanza di un protocollo sanitario per il fenomeno della migrazione via Rotta Balcanica»

«Ancora una volta siamo a denunciare la assoluta mancanza di un protocollo sanitario per il fenomeno della migrazione via Rotta Balcanica. Dopo varie richieste di attuazione , fatte al Questore e anche al Prefetto , nulla si è mosso in questa direzione . Il protocollo sanitario è uno strumento indispensabile per la sicurezza sanitaria dei migranti , degli operatori di polizia e di tutte le persone che vengono a contatto con questo fenomeno migratorio di grave , ma sottovalutata , problematica sociale». Lo sottolinea ALESSIO Edoardo, segretario generale provinciale FSP POLIZIA.

«Non - ancora -  basta più il solo controllo presso le strutture di accoglienza , riteniamo ora indispensabile , causa l’emergenza sanitaria emanata dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità per il corona virus , una attuazione di un protocollo sanitario di controllo già al momento del rintraccio dei migranti al momento delle identificazioni presso gli uffici di Polizia».

«La nostra richiesta - conclude - reiterata, vuole sensibilizzare le autorità ad una attenzione maggiore verso questo fenomeno per una prevenzione generalizzata che valga per tutti, in modo da garantire una sicurezza che , oggi , deve essere molto alta per evitare spiacevoli conseguenze in caso di propagazione del virus proveniente dai paesi orientali . Ci auguriamo che adesso le nostre lecite e dovute rivendicazioni vengano considerate per dare tranquillità agli operatori di polizia e a tutti i migranti e personale di assistenza».