Accordo 'Noi con l'Italia - Autonomia responsabile' e Roberto Dipiazza, #unventonuovo

Accordo 'Noi con l'Italia - Autonomia responsabile' e Roberto Dipiazza, #unventonuovo

Presentato oggi l'accordo tra la lista di 'Noi con l'Italia - Autonomia responsabile' e il candidato sindaco Roberto Dipiazza in vista delle prossime elezioni amministrative di ottobre.

Presenti l'onorevole Renzo Tondo, i componenti responsabili della lista sopracitata e il candidato Roberto Dipiazza.

Un raggiante Dipiazza esprime tutta la sua contentezza nell'avere al proprio fianco una personalità come Renzo Tondo, "grande lavoratore con capacità e visione politica ma anche un grande amico". Da parte sua, l'onorevole Tondo ricambia le sentite parole dell'attuale sindaco, colpito fin da subito dal loro primo incontro -risalente agli anni '90- per l'attaccamento, l'impegno e l'entusiasmo che dimostrò e continua a dimostrare per la sua amata città.

Ed è proprio Tondo a stringere un importante interscambio con un gruppo di giovani locali, perché "serve esperienza ma anche voglia di fare, innovazione unita alla tradizione".

#unventonuovo, questo il titolo esemplificativo del programma di 22 punti realizzato dal gruppo di giovani under 30 sul quale i due imprenditori hanno scommesso, di cui fa parte anche Mirko Martini, "un elemento fondamentale per la campagna elettorale poiché ha dato lo stimolo e l'energia giusta, la voglia di costruire che solo i giovani sanno dare", a detta dello stesso Tondo.

Il nodo centrale del programma riguarda l'ambiente, "dobbiamo pensare oggi ai cambiamenti climatici di domani", afferma Martini, anche tenendo conto della prospettiva del 2060 di una Piazza Unità sommersa.

Sono stati citati i punti più interessanti del programma, tra cui:

-Creare un 'patto con gli alberi', visto che ambiente e sviluppo urbano devono andare di pari passo. Tra le varie proposte, per ogni albero abbattuto se ne potrebbe piantare uno, oppure un nuovo albero per ogni nuovo nato

-Aumentare le colonnine per mezzi di trasporto ibridi ed elettrici  

-Implementare le aree pedonali, avendo esse un risvolto pratico sia per l'ambiente che per la sanità dei cittadini, grazie agli incentivi che spingono a camminare -studi realizzati da esperienze sviluppate a Barcellona-

-Considerare maggiormente gli sbocchi lavorativi per i giovani e valorizzare l'orizzonte culturale e artistico, oltre che dell'innovazione che i giovani stessi possono dare alla comunità