Vita d'inferno per una donna tra minacce, telefonate e sms: arrestato stalker

Vita d'inferno per una donna tra minacce, telefonate e sms: arrestato stalker

Nella notte la Polizia di Stato ha arrestato per reiterati atti persecutori un triestino, A.T., nato nel 1971. Nonostante il provvedimento di ammonimento del Questore notificatogli lo scorso 28 giugno, l’uomo, già noto alle forze dell’ordine prevalentemente per reati contro la persona, nel pomeriggio e nella serata di ieri ha continuato in questa sua condotta non conforme alla legge nei confronti della sua ex fidanzata, minacciando di persona e tramite messaggistica anche il padre e un amico della stessa. In particolare l’ha minacciata di distruggerle l’autovettura se non le avesse dato la possibilità di vederla, ha suonato ripetutamente il campanello del suo appartamento e l’ha tempestata di telefonate. Il padre della donna, che nel frattempo aveva spostato dalla zona per precauzione il veicolo, è stato avvicinato dall’uomo, palesemente ubriaco, in via Giulia ed è stato evitato lo scontro fisico dapprima grazie ad alcuni passanti e poi grazie al personale di una Volante. Accompagnato in Questura, ricostruito l’episodio, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la locale Casa circondariale.