Maxino: «Vi racconto (A MODO MIO..) l'avventura a Tú sí que vales»

Maxino: «Vi racconto (A MODO MIO..) l'avventura a Tú sí que vales»

Pubblichiamo integralmente il post di Maxino (pubblicato questa mattina, sabato 3 agosto 2019), sulla sua partecipazione l'anno scorso al programma di Canale 5 Tú sí que vales in cui racconta alla sua maniera la partecipazione

Forsi una delle domande che me xe più stade fatte dopo sta esperienza a canale 5 xe stada: "Ma dopo con quela roba la... xfactor... no, cossa iera? talent? quel... come xe andà a finir?". Come xe andà a finir? Cussì come nel video. Cioè xe finì la :D "E come teson rivà la? E te li ga conossudi? E i xe cocoli?" Un giorno me riva una telefonada, stavimo ciapando el traghetto de ritorno da Cherso. Pol esser che scrivendo sta roba ucciderò un po' de poesia, ma alcuni retroscena me fa de rider contarveli. "Buongiorno, siamo della redazione di Tu si que vales, abbiamo qui la sua scheda" "Cossa gavè?" "La scheda che ci ha mandato per partecipare alla trasmissione" "Ma mi no ve go mandà niente" (ovviamente ghe parlavo in italian, ma no so perchè, a livello narrativo me sona meio se mi ghe rispondo grezzon) "Ah, non ce l'ha mandata lei? ma lei cosa fa?" "in sto momento son che speto el traghetto, lei, casa? tutto ben?" non credo de averghe fatto veramente sta domanda. "Forse qualcuno ha segnalato il suo nome in redazione, sarebbe libero il 12 settembre?" (o un giorno la intorno, bu?) "No, xe mio fio che inizia le elementari quel giorno" "E non riesce a liberarsi?" "Magnime el cul" questo no son sicurissimo de averghelo dito "Eventualmente il giorno dopo?" "El giorno dopo se pol far... ma cossa devo far?" "Lei cosa sa fare?" "Rivo a pissar in scuro senza sporcar fora" anche de questa parte go ricordi confusi. forsi ghe go dito che scrivo canzoni velocemente. El dubbio lo go perchè no me ricordo se ga risposto: "Bene, signor Cernecca, ora parlo in redazione se possiamo procurarle un water e una benda", oppur "Quali esigenze tecniche ha per scrivere la canzone?" "Tastiera, parole dal pubblico, dopo vado via e torno con la canzon fatta" "Bene la faremo ricontattare" I me ricontatta. Ghe mando un paio de test de come se pol svolger la cosa e studiemo come se pol spettacolarizzarla un poco de più. Rivemo alla conclusion... due generi musicali, due cantanti da citar, 15 parole. Fatta. "Di che strumenti hai bisogno?" "Urca mare" "Vedo se abbiamo, che marca è?" Questo passaggio avvien solo nella mia mente, ma ormai lo savè. "Io uso una Yamaha Genos, è disponibile a noleggio a Roma?" "Controllo".... controlla "C'è un boiler" no ga dito boiler, ga dito marca e model de un'altra tastiera, ma no me ricordo, quindi per mi xe come se gavessi dito boiler. "No, il boiler purtroppo non va bene, se devo suonare vari generi..." "Sennò mi dicono che hanno un rododendro" No iera gnanche rododendro. "No, rododendro purtroppo no, devo venir a roma con la tastiera" "Camare" "Te sa si" "Codindio, e no go ah" "Inutile che te citi Uolter, ara che xe agosto, Uolter no lo gavemo ancora inventado" "Mona, te son ti che te scrivi i miei dialoghi" "Si ma calmite" "Te speto fora" E cussì go deciso de partir con la mia tastierina nel minicarrettino bestemmiando allegramente TRIESTE-ROMA tira su, tira zo, scalette, assensori, strade, ciotoli, casin insomma. Rivo a Roma, alloggio nell'albergo di fronte ai studi de Maria De Filippi. Non xe che lo digo per dir, iera proprio tutto suo. Un megacapannon dove iera la vigilanza che controllava che no te entrassi vestì da Costanzo, metal detector che non sia mai che te vol recapitarghe un ordigno nucleare a Tina Cipollari, ammesso che la esisti ancora. Tutto suo disevo... te rivi in un atrio dove xe le freccette... de qua se va a Uomini e Donne, de qua se va a Amici, de qua se va a C'è posta per te, de la xe Tu si que vales. Ecco, la devo andar. Entro in sta stanza e me pareva de esser dentro un film de Fellini. Iera due nani vestidi de mimo, una ballerina truccada tipo IT, tre che fazeva ginnastica per tera, un vecio col barbon e la giacca de mago che parlava con una parete de cartongesso. Ecco. I me ga messo nel gruppo giusto. "CERNECCA" ciama una vose dalla reception, me avvicino, xe circa 6 mule con computer davanti che compila schede, me da de firmar una roba in cui, no son esperto eh, ma son abbastanza certo de averghe concesso i miei organi vitali in comodato d'uso all'azienda Mariadefilippi Xetuttomio SRL "Può attendere qui, insieme ai suoi colleghi di Twin Peaks" "Come scusi?" "Può attendere qui" "Ah... pensi che avevo capito che..." "...COBOZZI" Me sento, e me volto intorno incuriosido dalla varietà de esseri umani border line che me circonda e inizio ad aspettar. Iera le 8 de mattina. Son entrà sul palco alle 19.50 Se go conossudo i giudici? no... e chi te li fa veder? Te son serà 12 ore nel bunker coi disperai, dopo i te buta sul palco e festa finida. Ovviamente, da paraculo, no me interessava de far bella figura a che ne so... Castellammare di Stabia, mi volevo far bella figura a casa. Quindi co i me ga chiesto de dove che son ghe go dito "DE MUJA", pronto ad esser riconossudo come eroe nazionale una volta ri-varcado l'Ospo. E invece i ga taià. Maledeti. La prima roba che go pensà entrando sul palco? CHE PICIO STO POSTO ! Ma sul serio!! Me spetavo una specie de arena gigante invece xe un gran effetto de grandangoli secondo mi. Dopo le cose se svolgi più o meno come le vedè in video, chiaramente l'intervista iniziale iera molto più lunga, i ga taià tanta roba. Soprattutto el toco dove Belen disi che son el suo sogno erotico e mi ghe digo che son sposà e che no la me interessa, che gnanche la me piasi, e la resta malissimo. Pecà. I comincia a dirme stili, robe da dir nella canzon etc e la (forsi non se nota) stago per svenir. invece de darme le parole, come ghe gavevo chiesto, questi me ga da intere frasi. Mentre le scrivevo, con la mia magnifica scrittura, iero che sudavo. Genere musicale "FADO PORTOGHESE". La mia faccia xe "mmm... fado portoghese, sfida interessante, come lo collocherò all'interno del brano con cui mi presento a Canale 5?" El pensiero iera invece "E CHE C****O XE EL FADO PORTOGHESE???" Gerry Scotti disi "saudade" e allora mi go fatto uno più uno... se xe saudade e xe portoghese sicuro ghe xe una chitarrina sonada triste... faremo cussi Vado in un'altra stanza a scriver la canzon. Quanto tempo son sta? Bu? 15 min? No savessi. Ma no xe importante, perchè comunque una volta finida son tornà in studio e i gaveva costrui praticamente una città dove iera un signor che ballava, e i ga appena dovu smontar tutto. Dopo son entrà e ghe go sonà la canzon. Coi sudori freddi. Perchè no xe tanto scriverla, che un pochi de trucchi li so, ma sonarla e farla giusta. Se te sbagli l'esecuzion te pol tranquillamente saludar e andar via. La finisso e xe andada ben diria, pubblico ben, lori ben, evviva, ciao. vado. "Ma Belen te la ga vista?" "Ah quindi alla storia del sogno erotico no te me credi?" "No" "Belen no la go praticamente vista, la iera de lato, no xe che podevo in diretta andar la.... scusi posso guardare?" "Te ga ragion" "So" "Xe facile aver ragion in dialoghi con se stessi" "Va cagar" Esco, saludo tutti, i me fa un'intervistina fora e torno in albergo. El giorno dopo ciogo la mia tastierina de un milion de chili in carrettin e me fazo portar da un tassista alla stazion. El correva talmente tanto che a un certo punto go vardà dal specieto se ne stava inseguindo qualchidun. Trenino, torno casa, e per contratto no posso dir niente. Fondamentalmente 3 giorni de smaronamento totale, 10 minuti de palco e bu? cossa go capì? niente. Però le robe xe stade decisamente più belle quando xe andà in onda. A quel punto migliaia de persone ga scritto delle robe bellissime, che me ga veramente commosso, e ancora adesso lo ricordo come una roba molto forte. Bella la frase de Gerry Scotti "Geniale, ha inserito Cristiano Ronaldo sul Fado Portoghese, proprio perchè lui è portoghese". Posso confessarve, che go sparà la frase "non pensavo che qualcuno se ne sarebbe accorto" ma iera un totale caso. Cul mai visto. No savevo gnanche che Cristiano Ronaldo iera portoghese. A malapena savevo che giogava a Hokey.... "No gioga a Hokey" "So, iera un viz, utilizzo sto dialogo in modo che no i me scrivi sotto -no gioga a Hokey-" "Bravo" "Per forza"
Maxino Poi conclude:
"bon, va ben, sei chilometri de racconto, ma come xe andà dopo?" fine. i me ga mandà una mail con scritto che chi ga ricevù più de 3 -SI- podeva andar forsi in finale, lei è libero questi giorni qua... o questi o questi? Mah si, alcuni si alcuni no... E qualche giorno prima "Ci dispiace non è stato selezionato" e bla bla. Perchè sia successo non lo so, e sinceramente i motivi pol esser 1000. Non go assolutamente l'impression, come ga dito alcuni, che xe tutto per conoscenze, tutto preparà. Mi me pareva anzi un gruppo de autori, tecnici, etc che se fazeva un cul come una casa correndo avanti e indrio e ga de far venir fora la trasmission migliore possibile. Quindi quali xe sta le loro motivazioni non le so, ma ve dirò de più... go scoperto che sto tipo de robe no fa tanto per mi. Da piccolo te sogni el grande palco, la grande tv, folle, stadi, co te cressi le prospettive cambia. 3 giorni via de casa senza veder i fioi, smaronamento de attesa che gnanche in posta co xe le pensioni, stress infinito e dopo? Tempo qualche mese nissun se ricorda più de niente. El giorno dopo, quando nissun gnanche saveva che iero andà, go sonà in un local a Trieste. L'affetto della gente, vederli contenti, farli rider, tornar a fine serata a casa mia e el giorno dopo far colazion con la famiglia, ma cossa scherzè? 10 a 0. E se me fossi perso el primo giono delle elementari de Gioele? Ma per chi? Per cossa? El bel xe che non podevo gnanche saver che da la a poco, quella trasmission che mi e Flavio gavevimo appena deciso che se saria ciamda "MACETE", stava per cambiar totalmente le nostre vite. Non sarò certo mi a trar morali da quanto successo, posso solo dirve che tante volte cerchemo noi stessi all'interno de mondi che idealizzemo, e non se rendemo conto che el vero tesoro xe a portata di mano, bastava solo la combinazion giusta. Grazie per quel che me gavè da in questi ultimi anni. Se podessi ve abbracceria tutti ma, per fortuna, se proprio tanti su sta pagina, quindi no rivo.