«Arrivo militari a Trieste non è servito a nulla, inutile iniziativa»

«Arrivo militari a Trieste non è servito a nulla, inutile iniziativa»

Denuncia il Segretario Generale Provinciale FSP Alessio Edoardo:” È chiaro che anche l’arrivo dei militari a presidio delle zone : stazione , rive , porto , non è servito a nulla , una inutile iniziativa gettata come sabbia negli occhi ai cittadini ,che non ha giovato alla situazione di degrado allo stato puro nella quale la città sta cadendo!” -Afferma il segretario generale provinciale FSP-“Mentre continua imperterrita l’emorragia sui nostri confini di profughi in entrata , vengono attuate soluzioni tampone senza prendere decisioni significative e risolutive , solo con un sostanzioso aumento di polizia sul territorio, (non bastano i 49 arrivi previsti da qui ad aprile 2020 ), e sopratutto nuove leggi, le quali permettano il rimpatrio o la regolazione degli afflussi sul territorio esclusivamente ai profughi aventi diritto e non di qualsiasi persona che migra in Europa, si avrebbero i risultati che il Governo sembra cercare ma non trovare , c’è il bisogno inoltre di intervenire in maniera molto dura in Europa per far si che ogni stato comunitario faccia la sua parte e non lasci sola l’Italia, ormai divenuta il campo profughi d’Europa.” Conclude il segretario- ”Sul piano di accordi bilaterali, anche qui , vanno intraprese attività diplomatiche per attivare respingimenti più veloci con là Slovenia , che non può esimersi dalle sue responsabilità sul piano del controllo dei sui confini con i paesi non firmatari di Schengen senza perdere più tempo ,perché è impensabile che questa povera gente non sia vista in territorio sloveno e che nessuno la fermi o la segnali alle autorità competenti , per tanto bisogna richiamare lo stato confinante a maggiori controlli e a una maggiore responsabilità “.