N.I.M.D.V.M. dona un immobilizzatore spinale al Soccorso Alpino e Speleologico, venerdì cerimonia al Bar X

N.I.M.D.V.M. dona un immobilizzatore spinale al Soccorso Alpino e Speleologico, venerdì cerimonia al Bar X

La sensibilità e generosità scaturite da una collaborazione, quella tra il Bar X di Via del Coroneo a Trieste e l’Associazione N.I.M.D.V.M. - acronimo che richiama un noto modo di dire triestino - presieduta dall’Avvocato Alberto Kostoris, porteranno in dono ufficialmente alla stazione di Trieste del Soccorso Alpino e Speleologico un nuovo presidio sanitario.

 

Si tratta di un immobilizzatore spinale che è anche verricellabile e quindi consente di velocizzare l'operazione di recupero a bordo senza un ulteriore passaggio.

 

Il nuovo dispositivo consente manovre di “estricazione” in spazi confinati, garantendo una rapida immobilizzazione della colonna vertebrale del paziente in posizione neutra; può essere configurato in diversi modi e con diversi sistemi di ritenzione del paziente; le sue ridotte dimensioni, il peso adeguato e la capacità di immobilizzazione in ogni ambiente e situazione lo rendono molto versatile.

Il nuovo presidio sostituirà quello attualmente in dotazione, ormai obsoleto.

 

L’appuntamento per la donazione ufficiale è al Bar X venerdì 23 ottobre alle 17.00. Verrà proiettato sul maxischermo del bar un video di presentazione con interventi di soccorso effettuati negli anni dalla stazione di Trieste del Soccorso Alpino e Speleologico e l’immobilizzatore sarà esposto su uno dei tavoli.

 

Il Bar X destinerà tutti i caffè bevuti nella mattinata in beneficenza alla stazione di Trieste del Soccorso Alpino e Speleologico.

 

L’evento si svolgerà nel pieno rispetto della norme anti Covid.