Gruppo Hera, bilancio di sostenibilità: 90 milioni di euro di ricchezza a Trieste

Gruppo Hera, bilancio di sostenibilità: 90 milioni di euro di ricchezza a Trieste

Il Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Hera è online, a mostrare anche quest’anno gli importanti impegni presi dalla multiutility nei confronti dei territori serviti. Il bilancio contiene i numeri delle responsabilità economica, sociale e ambientale, con un focus sugli impegni presi, i risultati conseguiti e le prospettive future sia a livello nazionale che territoriale, inclusa Trieste (servita soprattutto attraverso la controllata AcegasApsAmga). La nuova edizione del Bilancio di Sostenibilità può essere consultata nella versione di 99 pagine, integrale, highlights e territoriale all’indirizzo http://bs.gruppohera.it.

Tra i più importanti parametri che risaltano nella lettura del bilancio, spicca la ricchezza distribuita sui territori che evidenzia così il ruolo del Gruppo nei Comuni serviti. A Trieste è stato distribuito complessivamente nel 2019 un valore economico di 89 milioni di euro, composto da 48,5 milioni per stipendi ai lavoratori, 5,7 milioni erogati agli azionisti (dividendi) e 4,8 milioni destinati alla pubblica amministrazione. A tali somme si aggiungono poi le forniture acquisite da aziende locali, che nella provincia di Trieste ammontano a 30 milioni di euro.

Un’importante risultato che si inserisce nell’ambito dei quasi 2 miliardi di euro totali distribuiti agli stakeholder dal Gruppo Hera.

 

422 milioni di euro: il contributo del Gruppo Hera agli obiettivi ONU

Nel 2019 il Mol “a valore condiviso” è stato pari a 422,5 milioni di euro, in crescita del 13% rispetto allo scorso anno e corrispondente al 39% del totale, una percentuale in linea con i target del piano industriale che traguardano il Mol “a valore condiviso” al 42% nel 2023. Il Gruppo Hera si impegna infatti da sempre nella creazione di valore condiviso, attraverso la realizzazione di progetti che rispondono ai bisogni del territorio e alle sfide per il cambiamento nella direzione della sostenibilità. Tale propensione dimostrata dall’Azienda viene evidenziata nel Bilancio di Sostenibilità grazie alla quantificazione del Margine operativo lordo derivante da attività che rispondono agli obiettivi fissati dall’Agenda Onu come ad esempio garantire la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e la pulizia del mare o incrementare il tasso globale dell’efficienza energetica.

 

In crescita la raccolta differenziata dei triestini

L’economia circolare come uso efficiente delle risorse è una delle più importanti attività rendicontante nel Bilancio di Sostenibilità. In particolare a Trieste AcegasApsAmga, in qualità di gestore dei servizi ambientali locali, ha messo in atto molteplici progetti nel corso degli anni per migliorare e sensibilizzare i cittadini ad una buona e corretta raccolta differenziata: nel 2019 si è così assistito a un’importante crescita raggiungendo il 44,7% di raccolta differenziata, 3 punti percentuale in più rispetto al 41,7% del 2018.

Tale risultato deriva anche dallo sviluppo di un’importante attività di coordinamanento realizzata da Regione e ARPA FVG nel corso del 2019 per permettere la collaborazione di tutti i gestori del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani del Friuli Venezia Giulia. Tale progetto ha così permesso lo sviluppo di progetti univoci e condivisi a livello regionale, come la sottoscrizione del protocollo aMare FVG per la corretta gestione dei rifiuti rinvenuti in mare, o la lettera d’intenti per un piano di comunicazione congiunto a favore dell’ambiente.

Nell’ambito specifico del Comune di Trieste, AcegasApsAmga ha svolto molteplici iniziative in collaborazione con l’Amministrazione, come Operazione Recupero, nata con l’obiettivo di incentivare i conferimenti nei centri di raccolta. L’iniziativa svoltasi nella scorsa primavera, ha visto la distribuzione di 1000 borse (realizzate con materiali riciclati da un’associazione locale) ad altrettanti cittadini virtuosi, a fronte di 3 conferimenti ai centri di raccolta.

Infine nel 2019 il Gruppo Hera e AcegasApsAmga hanno rinnovato la collaborazione con la regata velica Barcolana dando vita alla campagna Dalla parte del mare: i triestini hanno raccolto diecimila scarti plastici, utilizzati poi per creare, nei laboratori Scart del Gruppo Hera, Alice, un sardone di dieci metri, divenuto il simbolo di Barcolana51 per sensibilizzare all’uso e allo smaltimento della plastica.

 

Potenziamento della rete idrica e fognaria: più resilienza e vantaggi per l’ambiente

Il 2019 ha visto il completamento di importanti interventi nell’ambito del servizio idrico integrato, un altro dei fattori evidenziati nell’uso efficiente delle risorse del Bilancio di Sostenibilità.

Negli ultimi mesi dell’anno, AcegasApsAmga ha infatti ultimato le attività di installazione di una nuova valvola a fuso sulla condotta idrica 900 ubicata lungo la strada Costiera. Si tratta di una valvola “intelligente” in quanto in grado di regolare la portata dell'acqua in funzione della richiesta idrica attuata dalla città: i benefici sono quindi molteplici in quanto oltre all’autoregolazione dei flussi idrici, permette anche di abbattere la pressione e tutelare così il sistema di adduzione. Questo intervento si è inserito nel più ampio programma di efficientamento della rete idrica, che sta vedendo impegnata AcegasApsAmga nel rendere le proprie reti sempre più resilienti in un’ottica di super-continuità dei servizi.

In tal senso il 2019 ha visto un’importante incremento della rete fognaria, con benefici ambientali, oltre che di servizio, migliorando la qualità igienico sanitaria del sistema idraulico delle zone coinvolte. AcegasApsAmga sta infatti realizzando un ampio progetto per l’estensione della rete fognaria nei territori serviti. Tra il 2018 e il 2019 la multiutility ha completato la realizzazione della nuova rete fognaria negli abitati di Santa Croce, Caresana e Crociata, posando in totale oltre 4 km di nuove condotte e procedendo a quasi 70 nuovi allacciamenti d’utenza.

 

La sicurezza e resilienza della rete gas triestina

Molti degli investimenti avviati in questi anni da AcegasApsAmga a Trieste nascono con l’obiettivo di rendere i propri servizi sempre più resilienti, a fronte di un panorama globale in continua evoluzione. L’uso intelligente dell’energia, uno degli elementi fondamentali del Bilancio di Sostenibilità, significa quindi anche puntare alla super-continuità dei servizi nei territori serviti.

A Trieste prosegue in quest’ottica il progetto di messa a norma delle colonne montanti gas, incentrato oltre che sulla resilienza anche sulla sicurezza. AcegasApsAmga sta così promuovendo l’adeguamento delle colonne gas condominiali presenti in città, per incentivarne la messa a norma: tale attività ha così permesso, solo nel 2019, di intervenire su circa 140 condomìni che possono ora vantare un sistema sicuro e più resiliente.

Nell’ambito di sicurezza della rete gas triestina, si aggiunge il macro-progetto che sta vedendo la sostituzione delle condotte restanti in ghisa grigia, con nuove tubazioni in polietilene ad alta densità, materiale che garantisce maggiori standard di sicurezza: ad oggi restano da riqualificare circa 37 km sul totale di 110 km di rete.

Prosegue inoltre, il progetto Smart Metering Gas, per la sostituzione dei contatori di vecchia generazione, con nuovi misuratori digitali smart. Nel corso del 2019 a Trieste sono stati installati circa 30 mila contatori, su un totale di oltre 128 mila misuratori del gas presenti nel Comune di Trieste, portando così l’adeguamento a circa il 60%. Contestualmente si sta procedendo alla completa copertura del territorio comunale con una rete radio per permettere la telelettura dei nuovi contatori: ad oggi sono circa 58 mila i misuratori teleletti, di cui 55 mila dal 2019.

 

L’efficienza energetica a Trieste: dal calore all’illuminazione pubblica

Nel campo dell’efficienza energetica l’impegno del Gruppo Hera a Trieste è riconoscibile in importanti interventi svolti attraverso le controllate Hera Luce e AcegasApsAmga Servizi Energetici (ASE). Si tratta quindi di interventi riguardanti l’illuminazione pubblica e la gestione energetica di edifici pubblici e condomìni.

Nel caso dell’illuminazione pubblica tra il 2018 e il 2019 sono stati riqualificati oltre 860 corpi illuminanti con tecnologia a led in tutto il territorio comunale, tra il centro e le zone periferiche. Tali interventi hanno permesso un risparmio energetico annuo di oltre 180mila kWh, corrispondenti circa di 100 tonnellate di CO2 risparmiate all’atmosfera.

Un ulteriore contributo all’abbattimento dell’emissioni viene dato da ASE grazie agli interventi di efficienza energetica. Nel 2019 a Trieste sono infatti state effettuate attività di riqualificazione energetica su 6 condomìni che hanno così permesso di evitare l’emissione di oltre 100 tonnellate di CO2.

 

Gasparetto: “generare valore condiviso per servizi sostenibili e resilienti”

“I dati evidenziati nel Bilancio di Sostenibilità, sottolineano ancora una volta quanto l’appartenenza al Gruppo Hera ci permetta di creare valore condiviso nei territori serviti” spiega Roberto Gasparetto, Amministratore Delegato AcegasApsAmga. “Oltre al valore condiviso abbiamo continuato a investire sulla resilienza e per la super-continuità dei servizi. Questo è stato tra gli elementi fondamentali che ci ha abilitato ad affrontare l’emergenza covid, garantendo la continuità di tutti i servizi al territorio, nella piena tutela della sicurezza di lavoratori e cittadini.”