Riccardi: «Pronti ad una possibile seconda ondata, il numero di ricoveri non è preoccupante»

Riccardi: «Pronti ad una possibile seconda ondata, il numero di ricoveri non è preoccupante»

L’assessore regionale alla sanità Riccardo Riccardi ha parlato a Trieste Cafe dell’organizzazione regionale in vista della seconda ondata di Covid: «Siamo pronti ad affrontare una possibile seconda ondata. Abbiamo organizzato un modello che è già pienamente operativo: abbiamo visto i dati e abbiamo voluto fare un po’ il punto della situazione per raccontare gli esiti del lavoro svolto e i modelli organizzativi con i quali siamo pronti a fronteggiare questa situazione che si presenta con condizioni un po’ diverse: l’età media si sta alzando, i casi di importazione si stanno riducendo, ci sono contagi anche nelle scuole. Il primo dato che si guarda però è la domanda sanitaria: oggi abbiamo una ventina di ricoveri e 6 in terapia intensiva, quindi sono numeri non complessi per affrontare la situazione». E in merito del sistema “a fisarmonica”, che prevede una crescita dei reparti in base alla crescita dei casi: «E’ stato un modello vincente, e bisogna essere chiari: non si può avere un modello diverso per ogni città, il modello è unico e deve sopperire alle difficoltà, alle tensioni, ai problemi che si possono presentare in funzione della complessità della situazione».