La Triestina pareggia contro il Tabor Sesana (FOTO)

La Triestina pareggia contro il Tabor Sesana (FOTO)
U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – NK TABOR SEZANA  1-1 (P.T. 0-0)
 
MARCATORI: 46′ Agnoletti, 51′ Gomez
 
U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Rapisarda (84′ Struna), Tartaglia (68′ Ligi), Lambrughi, Brivio; Rizzo, Lodi, Giorico (46′ Di Massimo); Sarno (74′ Petrella), Gomez (76′ Granoche), Procaccio (84′ Maracchi).  A disposizione: Rossi, Valentini, Natalucci, Loschiavo, Steffè, Cavaliere.  All. Carmine Gautieri
 
NK TABOR SEZANA (3-4-3): Koprivec (46′ Rener); Ristic (46′ Briski), Nemanic (46′ Hlad), Zebic (46′ Rauter); Mihaljevic (46′ Stancic), Doukoure (46′ Sever), Krivicic (32′ Specogna, 60′ Vukelic), Salkic (46′ Aliaj); Stankovic (46′ Agnoletti), Rovas (46′ Stare), Aldair Djalò (46′ Ndzengue, 76′ Stankovic).  All. Goran Stankovic
 
ARBITRO: Marangone (Udine)  ASSISTENTI: Della Mea (Udine) Milillo (Udine)
 
NOTE: Pomeriggio variabile e molto ventilato, terreno di gioco in ottime condizioni.
 
 
 
Dopo il vittorioso test di ieri a Nova Gorica, nuova amichevole contro una squadra di Serie A slovena per l’Unione, di scena al “Rocco” contro il Tabor Sezana, compagine protagonista di un grande avvio di stagione e in lotta per le posizioni di vertice.
 
Avvio equilibrato e senza particolari sussulti, la Triestina prova a fare la partita con gli ospiti che si dimostrano formazione solida ed organizzata. Il match pur senza lavoro particolare per i due portieri è piacevole e giocato a buon ritmo, Unione che vuole trovare con il fraseggio e le sovrapposizioni il varco giusto sulle corsie, Tabor che agisce prevalentemente di rimessa affidandosi alla velocità di Djalò. Un’entrata dura e scomposta di Doukoure al 24′ su Rizzo accende gli animi e ne nasce un parapiglia, sedato da Marangone con tempestività. La punizione seguente di Lodi dai trentacinque metri vede Gomez mancare la mezza girata da pochi passi, l’assistente Milillo chiude anzitempo la potenziale occasione segnalando fuorigioco. Bella palla di Procaccio al 31′, cross tagliato da sinistra che non trova per pochi centimetri la deviazione di Gomez mentre pochi secondi è Lodi a provarci da centrocampo, Koprivec recupera la posizione per tempo e blocca in presa. Al 35′ prima vera parata del match, azione elaborata dell’Unione sulla sinistra, il paziente lavoro libera Procaccio al tiro dal limite col destro, Koprivec in tuffo manda in angolo. Al 38′ Giorico da sinistra per l’inserimento in area di Lodi, ambizioso quanto elegante pallonetto da posizione defilata con sfera che si perde di poco alta. A 3′ dall’intervallo bella discesa sulla destra di Rapisarda, palla tagliata sulla quale Procaccio incorna verso il secondo palo, Koprivec in tuffo si distende e blocca. E’ l’ultimo spunto di cronaca di una prima frazione agonisticamente accesa e ben giocata dalla Triestina, il gol non arriva ma il pubblico applaude le trame di gioco dei ragazzi di Gautieri in diverse occasioni.
 
Ripresa con l’Unione che inserisce Di Massimo per Giorico, gli ospiti cambiano tutti gli effettivi e passano dopo 40″ di gioco: Ndzengue con un sospetto ‘mani’ in fase di controllo si lancia in contropiede e crossa basso in area, Agnoletti dalla parte opposta mette in rete col piatto destro. Risposta immediata dell’Unione, Procaccio da sinistra crossa per l’inserimento di Rizzo, spaccata in area piccola con sfera a lato di un soffio. Al 6′ arriva il pareggio alabardato, illuminante palla dentro di Lodi dalla trequarti, Di Massimo ci prova al volo col destro trovando sulla sua strada un grande Rener, Gomez è glaciale nel sedere l’estremo ospite con una finta per poi depositare in rete l’1-1. Al 12′ splendido corridoio di Lodi per l’accelerazione di Di Massimo sulla sinistra, il pallone rasoterra per Sarno non è tuttavia preciso e la difesa ospite pur con grande affanno si salva. Al 16′ altra chance Unione con Sarno che prova il mancino dal lato destro dell’area ospite, Rener non controlla ma il tap-in di Rizzo viene vanificato da una posizione irregolare del centrocampista. Grande occasione per gli alabardati al 21′, Di Massimo da sinistra mette in mezzo sul secondo palo, Sarno controlla di petto e prova il piatto mancino da posizione defilata, Rener salva i suoi. A cavallo di metà ripresa dentro Ligi per Tartaglia e poco dopo altra grande chance per la Triestina, Sarno converge da destra e con un elegante tacco pesca Rizzo, pallone basso che attraversa tutta l’area piccola senza trovare la deviazione vincente. Si avvicina l’ultimo quarto d’ora e nella Triestina dentro Petrella per Sarno, Di Massimo sul filo del fuorigioco entra in area da sinistra e solo una prodigiosa scivolata di Hlad toglie a Gomez un comodo appoggio in rete da due passi. Subito dopo è proprio Gomez a cedere il posto a Granoche e a 10′ dal termine è ancora l’Unione a sfiorare il vantaggio, destro a giro di Di Massimo con sfera a lato di un soffio a Rener battuto. Al 38′ Lodi dalla trequarti dentro ancora per Di Massimo che col controllo supera l’uscita di Rener defilandosi, l’estremo ospite ritrova i pali e devìa con un grande riflesso il piatto destro a botta sicura. A 6′ dal termine dentro Struna e Maracchi per Rapisarda e Procaccio, proprio Maracchi si rende pericoloso a 2′ dal novantesimo con un destro a giro che si perde sull’esterno della rete sfiorando il bersaglio. La contesa termina senza minuti di recupero e tra gli applausi convinto del pubblico accorso al “Rocco”, tante occasioni create e una condizione fisica in crescita, a meno di una settimana dalla prima ufficiale della stagione in quel di Potenza.
 

DI SEGUITO LE FOTO DI GIORGIO WITTREICH

Gallery