Bruna Scaggiante confermata presidente Lilt Trieste, il nuovo direttivo

Bruna Scaggiante confermata presidente Lilt Trieste, il nuovo direttivo

La professoressa Bruna Scaggiante, Ph.D, ricercatore e professore aggregato in Biologia molecolare presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università degli Studi di Trieste, è stata confermata presidente della sezione di Trieste della Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori. Alla vicepresidenza è stata confermata Sandra Dudine, biologa, responsabile tecnico dell’Unità Clinica Operativa di Anatomia ed Istologia Patologica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste - AsuiTs. Lo ha deciso il nuovo direttivo, eletto nei giorni scorsi dall’Assemblea dei soci. Del gruppo dirigente della Lilt Trieste nuovo fanno inoltre parte: Marina Bortul, professore associato di Clinica chirurgica nel Dipartimento di Scienze Mediche Chirurgiche e della Salute dell’Università degli Studi di Trieste, responsabile della struttura semplice di Chirurgia senologica di AsuiTs Pierpaolo Dobrilla, giornalista, esperto in temi della sanità e delle politiche sociali, componente del Collegio dei Probiviri della Casagit, Cassa di assistenza sanitaria integrativa dei giornalisti italiani Catrin Simeth, dirigente medico presso la SC Gastroenterologia di AsuiTs Maura Tonutti, dirigente medico presso il Dipartimento ad attività integrata di Diagnostica per Immagini di AsuiTs Fabrizio Zanconati, direttore dell’UCO di Anatomia e Istologia Patologica di AsuiTs, professore associato in Anatomia patologica all'Università di Trieste Ad affiancare il direttivo sono stati chiamati, in virtù della loro consolidata esperienza nei rispettivi settori: Claudio Bevilacqua, medico legale e docente universitario in quiescenza, già membro del Consiglio superiore di sanità, come responsabile storico della Lilt Lucia Pelusi, direttore Dipartimento di Assistenza Ospedaliera di AsuiTs, responsabile per la medicina di genere e referente per i rapporti istituzionali Rosanna Poggiolini, medico di medicina generale e specialista in medicina dello sport, responsabile per i rapporti con i medici di medicina generale e referente per la medicina complementare Euro Ponte, medico e docente dell’Università di Trieste in quiescenza, responsabile storia della medicina e referente per rapporti con l’Ordine dei medici Serena Scomersi, dirigente medico presso la SC Clinica Chirurgica di AsuiTs responsabile qualità percorsi di cura in senologia e referente per programmi di ricerca e convegni Paolo Sinigaglia, direttore amministrativo in quiescenza dell’I.R.C.S.S. “Burlo Garofolo”, esperto in contabilità e bilanci, responsabile affari amministrativi Stefano Strami, ingegnere presso Fincantieri, presidente di società sportiva, con delega ai rapporti con il Coni e le Federazioni sportive. Il Collegio dei Revisori è comporto dai dottori commercialisti e revisori legali dei conti Alberto Agosti, Alessio Del Fabbro e Cristina Manfroni. I rinnovati organi sociali assumeranno formalmente l’incarico il prossimo 1 gennaio. Il mandato è di cinque anni. La Lilt è Ente pubblico su base associativa che opera sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sotto la vigilanza del Ministero della Salute. Si articola in Unioni regionali delle Sezioni provinciali. Opera senza fini di lucro e ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica. L'impegno della Lilt nella lotta contro i tumori si dispiega principalmente su tre fronti: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce) e l'attenzione verso il malato, la sua famiglia, la riabilitazione e il reinserimento sociale. Costante e concreto l’impegno per favorire la ricerca scientifica, anche attraverso l’assegnazione di borse di studio per giovani laureati.