Valmaura, padre e figlio aggrediti da gruppetto di giovani

Valmaura, padre e figlio aggrediti da gruppetto di giovani
Movimento Futura su nuova aggressione da parte di alcuni giovani a padre e figlio, Bandelli e Iogna: "ci tacciavano di strumentalizzare Movimento Futura su nuova aggressione da parte di tre giovani a padre e figlio, Bandelli e Iogna: "ci tacciavano di strumentalizzare, ma oggi disagio giovanile è evidente a tutti" Il Movimento Futura interviene per bocca del candidato sindaco, Franco Bandelli e dell'esponente Sabrina Iogna Prat sulla notizia di una nuova aggressione da parte di alcuni giovani a padre e figlio. "Ieri - osserva Iogna Prat - abbiamo assistito ad un'altra aggressione da parte di alcuni giovani ai danni di padre e figlio, mesi fa - a quanto sembra nella stessa zona - si era registrata quella al nonno paletta, quindi c'è stata la scoperta dello spaccio a Valmaura...". "Avevamo denunciato - unica voce fuori dal coro - le avvisaglie di un problema sociale, di disagio giovanile, legato anche alle conseguenze piscologiche delle restrizioni causa Covid, ma eravamo stati tacciati di voler strumentalizzare politicamente un problema che oggi invece è sotto gli occhi di tutti". "A fine gennaio - prosegue l'esponente del movimento - l’assessore comunale De Santis ci aveva accusato di voler cercare visibilità politica quando denunciavamo il disagio giovanile, ma poi, purtroppo, la cronaca ci ha dato ragione: il disagio giovanile è anche un problema di sicurezza, in quanto rischia - se non affrontato con l'attenzione adeguata - di sfociare anche in violenza e degrado. Allora tutti si erano mostrati meravigliati, ma, a conti fatti, forse non avevamo poi così torto a voler denunciare uno stato di disagio strisciante. Oggi tutti concordano invece sulle ricadute negative per i giovani del lockdown: quindi, ci chiediamo, non è che magari noi viviamo nel mondo reale e qualcun altro no?". "Non cerchiamo visibilità politica - rimarca Bandelli -, ma solo di guardare in faccia la realtà, chiedendo anche ad altre forze politiche e ai pubblici amministratori di rendersi conto di quanto sta accadendo fuori dai loro palazzi. Ma evidentemente - conclude - dire la verità, una verità oggi evidente agli occhi di tutti, dava e dà ancora fastidio. Futura però, piaccia o no, non smetterà di farlo".