Conducente tir elude pedaggi autostradali per oltre 16 mila euro!

Conducente tir elude pedaggi autostradali per oltre 16 mila euro!

Nel pomeriggio del 22 agosto scorso, durante l’ordinaria attività di vigilanza autostradale, la Polizia di stato di Gorizia procedeva al controllo di un veicolo di immatricolazione romena in transito lungo l’a4. Durante l’attività, su segnalazione del centro operativo autostradale, emergeva che il veicolo aveva posto in essere una serie di violazioni del codice della strada riguardanti la mancata corresponsione del pedaggio autostradale come previsto e sanzionato dall’art.176 cds. Il veicolo, un autoarticolato che svolgeva attività di trasporto merci, era condotto dal titolare della ditta romena, anche lui di nazionalità romena, il quale affermava di esserne l’unico autista. Pertanto, la pattuglia della polizia stradale di Gorizia procedeva alla verbalizzazione delle violazioni, accertate nel corso dell’anno da parte del personale abilitato della società concessionaria autostradale Autovie Venete ai sensi dell’art.176 comma 11 cds. Il cittadino romeno, consapevole della propria responsabilità e comprendendo che non poteva più eludere il pagamento del pedaggio, si rassegnava a pagare nelle mani degli operatori la sanzione pecuniaria di circa 900 euro complessivamente per le 13 sanzioni amministrative contestate. Complessivamente il conducente aveva eluso pedaggi autostradali per un totale di euro 16.220. La violazione prevede, peraltro, la decurtazione di due punti della patente. pertanto si procederà alla decurtazione dei 26 punti della patente del suddetto cittadino straniero, per il quale scatterà la segnalazione alla prefettura per l’adozione del provvedimento di inibizione temporanea alla guida sul territorio nazionale. L’attività è stata posta in essere sulla base del protocollo di collaborazione sperimentale stilato dal compartimento polizia stradale per il F.V.G. e da Autovie Venete s.p.a. nell’estate del 2018 per il contrasto all’elusione dei pedaggi autostradali nei confronti dei veicoli immatricolati all’estero. Tale protocollo prevede, altresì, l’attuazione di mirati servizi congiunti tra la stradale e il personale qualificato di Autovie Venete s.p.a. diretti a cogliere in flagranza i conducenti che tentano l’elusione del pagamento del pedaggio autostradale od alla contestazione delle violazioni dell’art.176 cds ai conducenti dei veicoli che sistematicamente eludono il suddetto pagamento. Questi controlli, peraltro, consentono alla società concessionaria il recupero delle somme non percepite a causa di tali comportamenti fraudolenti, formalmente contestati ai trasgressori dalla polizia stradale. È, inoltre, sempre attivo il protocollo nazionale di collaborazione tra il servizio Polizia Stradale del dipartimento di p.s. del Ministero Dell’interno e Aiscat- associazione delle società concessionarie autostradali per la contestazione della violazione dell’art.176 cds per il mancato pagamento dei pedaggi autostradali ai conducenti che eludessero anche il successivo invito di pagamento inoltrato dalla società concessionaria al proprietario del veicolo. Infine, facendo riferimento ai dati della sola sezione di Gorizia dello scorso anno, a partire dalla fine dell’estate 2018, sono stati controllati e sanzionati su strada ben 37 veicoli principalmente immatricolati all’estero, mentre sono state 549 le violazioni dell’art.176 notificate ai trasgressori nel 2018 e 289 quelle riferite al primo semestre dell’anno in corso. Anche per il 2019 sono stati pianificati i suddetti servizi finalizzati a contrastare e ridurre il fenomeno dell’elusione del pedaggio autostradale, condotta fraudolenta e odiosa in quanto arreca in primis una danno alla casse delle società concessionarie, ma anche dello stato e della collettività, e quindi sanzionata dal codice della strada.