“Farmer & Artist”: sabato iniziativa degli agricoltori slow al Mercato Coperto: accesso libero e degustazioni a pagamento

“Farmer & Artist”: sabato iniziativa degli agricoltori slow al Mercato Coperto: accesso libero e degustazioni a pagamento

Questa mattina (1/12/22) nella Sala Giunta Municipale si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione di “Farmer&Artist” - alla presenza del Vicesindaco e Assessore comunale alle Politiche Economiche, Serena Tonel, di David Pizziga, Presidente del GAL Carso e di Antonella Picinelli, Fiduciaria Slow Food Trieste e di Enrico Maria Milič, GAL Carso – LAS Kras, - in programma il 3 dicembre, al primo piano del Mercato Coperto di via Carducci 36.

L'evento organizzato da Slow Food Trieste e GAL Carso e co-organizzato dal Comune di Trieste - ad accesso libero con una serie di degustazioni a pagamento - prevede la partecipazione di 30 agricoltori dal Carso, dall’Istria e dal Friuli, tra cui 10 Presìdi Slow Food, perché i nostri cibi slow valgono tanto quanto le opere d’arte e per questo sono al centro della quarta edizione di “Farmer & Artist”.

“Si tratta di una bellissima manifestazione che ha lo scopo di promuovere la filiera agroalimentare del nostro territorio, intesa in modo allargato; la nostra città, infatti, ha la responsabilità di essere la vetrina dei prodotti regionali e delle zone limitrofe, anche in virtù della notevole presenza turistica – ha detto il Vicesindaco e Assessore comunale alle Politiche Economiche, Serena Tonel. Questa iniziativa l'abbiamo organizzata nel periodo natalizio affinché sia un invito agli acquisti e possa fornire idee regalo, legate alle tradizioni gastronomiche dei prodotti locali, all'interno di un ambiente come quello del Mercato Coperto, che ha una sua vocazione agroalimentare – ha aggiunto il Vicesindaco e Assessore comunale alle Politiche Economiche, Serena Tonel - ed è anche un luogo che vorremmo vivacizzare, sempre di più, con manifestazioni ed eventi di vario genere.

Questa manifestazione è anche l'occasione per approfondire gli aspetti dei prodotti riconosciuti recentemente come presidi Slow Food, il miele di marasca del Carso e la pecora carsolina-istriana. Questi riconoscimenti dimostrano che seppur il nostro sia un territorio limitato riesce in ogni caso ad esprimere l'eccellenza dei suoi prodotti. Grazie al Gal Carso per aver proposto questa manifestazioni e grazie a Slow Food, oltre a tutti gli uffici del Comune impegnati nella realizzazione della manifestazione”.

David Pizziga, Presidente del GAL Carso ha dichiarato “Per un giorno nel cuore pulsante di Trieste siamo contenti di portare lo spirito verde della nostra campagna, fatto di ben 10 Presìdi Slow Food dal Carso e dal resto della Regione: Miele di Marasca, formaggi e salumi della Pecora Carsolina, olio degli Ulivi Centenari di Bianchera, la Pitina, il Fagiolo San Quirino, i crauti del Cavolo Cappuccio di Collina, la Pera Klotzen, il Radic di Mont, il Formaggio di latteria turnaria, il Vin de Rosa».

Antonella Picinelli, Fiduciaria Slow Food Trieste ha sottolineato come Slow Food sia in prima linea nel sostenere un evento che valorizza i prodotti del territorio attraverso i quali si tramandano sapori e mestieri, si cura l’ambiente e il paesaggio, anche in prossimità del Terra Madre Day che il 10 dicembre di ogni anno celebra in tutto il mondo il cibo locale, buono pulito e giusto per tutti.

Alcuni dei protagonisti della nostra campagna e dal Friuli sono pronti ad abbracciare i triestini nel Mercato Coperto della città, nello storico edificio di via Carducci 36 ci saranno per un giorno grandi agricoltori da conoscere, tra cui quelli certificati ‘biologico’ e i produttori di Presìdi Slow Food: piccolissime aziende che lavorano molto con le mani e il cuore, davvero poco con i trattori e la chimica.

Per la presenza in mercato è stato privilegiato chi lavora secondo criteri di sostenibilità: quelle che hanno o siano in procinto di avere certificazioni biologiche o biodinamiche; facciano parte di Presìdi Slow Food; siano censite nelle guide di Slow Food ai produttori di vino (“Guida Slow Wine”) o ai produttori d’olio (“Guida agli Extravergini”) oppure, come seconda scelta, siano impegnate in pratiche agricole di lotta integrata, rispetto alla provenienza degli agricoltori, sono stati favoriti quelli del territorio del GAL Carso.

Il 3 dicembre, i triestini e i turisti troveranno al primo piano del Mercato Coperto 30 aziende agricole, della pesca e della birra che insieme producono:
vini frizzanti, birre, ortaggi, frutta (tra cui i Presidi del Radic di Mont e delle Pere Klotzen), cereali e pastasciutte, legumi (tra cui il Presidio del Fagiolo di San Quirino), peperoncini, fiori edibili, fermentati (tra cui il Presidio del Cavolo Cappucio di Collina), olio extravergine di oliva (tra cui il Presidio degli ulivi centenari), miele (tra cui il Presidio della marasca del Carso), liquori (tra cui il Presidio del Vin de Rosa), essenze, tisane e cosmetica, farine e pasta, conserve, confetture e affini, salumi (tra cui il Presidio della pitina, formaggi pecorini e vaccini (tra cui il Presidio della pecora carsolina-istriana e il Presidio delle Latterie Turnarie), pesce.

Gli eventi di Farmer&Artist al Mercato Coperto

L’entrata al Mercato Coperto è gratuita e permette di conoscere i produttori presenti e di poter assaggiare qualcosa da molti di loro.

Accanto alla parte gratuita c’è un programma di degustazioni a pagamento acquistabili online su www.trieste.green e in loco fino all’esaurimento biglietti:

12.00 – 20.00: degustazione di spumanti e birre direttamente ai chioschi dei produttori. 15 €

12.30 – 13.10: bolle e Salami. 5 €

14.30 – 15.00 visita guidata del mercato e personal shopper. 5 €

15.30 – 16.10: nettari rari: il miele di marasca Presidio Slow Food. 5 €

16.30 – 17.00: visita guidata del mercato e personal shopper. 5 €

17.00 – 17.30: a tutto extravergine. 5 €

18.00 – 18.30 innovazioni di grano. 5 €

19.00 – 19.40 dalle latterie turnarie del nordest alpino alla pecora carsolina, Presidio Slow Food. 5 €

Gli agricoltori presenti:

Antonič, Ceroglie (Bio – PresidioSlow Food), Arnese e Rossi Mel, San Quirino (PresidioSlow Food), Bajta, Sales , B-Orto Peppers a Gemona Campagnolo Muggia, Pizzeria Al Cavallino Opicina (PresidioSlow Food), Colja a Samatorza, Coopmont a Collina (PresidioSlow Food), Sara Devetak aSan Michele (PresidioSlow Food),, Il giardino di Erika a Bagnoli,, Luigi Faleschini a Pontebba (PresidioSlow Food), Silvan Ferfolja a Doberdò (PresidioSlow Food), Fiori di Mari a Tramonti di sotto, Foran a Castions di strada (BIO), Friul Bios aGalleriano (BIO), Ingrumami, a Coloncovez, Jakne aSan Giovanni di Duino (PresidioSlow Food), JNZK a Sales, Rado Kocjančič a Dolina (BIO - PresidioSlow Food), Latteria sociale turnaria di Campolessi aGemona (PresidioSlow Food), Molino Tuzzi a Dolegna Ostrouska a Sagrado, Radovič ad Aurisina, Settimi e Ziani a Trebiciano (PresidioSlow Food), Silene a Jamiano, La Tana delle Pitine aTramonti di sopra (PresidioSlow Food), Thrst a Opicina,, Vin de rosa a Dignano (PresidioSlow Food), Zahar a Sant'Antonio in Bosco (Bio – PresidioSlow Food), Zobec, (BIO)

Dal 25 novembre al 6 dicembre 2022: aperitivi slow nei locali della città

Antico Caffè San Marco, ogni sera aperitivo slow con menù: Terroroza di Bajta, Bao Bun con pulled lamb di Antonič, mayo alla bianchera di Kocjančič, cavolo cappuccio viola. Dove: Via Cesare Battisti, 18, 34125 Trieste.

Pizzeria Il Cavallino di Opicina, ogni sera aperitivo slow con menù: vitovska e ‘Brika’ di Kocjančič; bruschette con l’olio bianchera di Kocjančič e focaccine con il pecorino di Antonič.