Salvati (Pd): «Dalla Giunta Dipiazza solo annunci sporadici e aumenti di tasse»

Salvati (Pd): «Dalla Giunta Dipiazza solo annunci sporadici e aumenti di tasse»

Sull'aumento della TARI per l'anno in corso deciso dall'Amministrazione comunale è intervenuto il capogruppo del PD in VI Circoscrizione Luca Salvati: «Gli aumenti della TARI a carico dei cittadini perpetrati dal centro destra triestino sono inaccettabili, in relazione peraltro ad un servizio, quello della raccolta rifiuti, assolutamente insufficiente e che penalizza principalmente i residenti nelle periferie». Rifiuti, Paglia (Pd): «Aumento tasse nell'amministrazione Cosolini servì a migliorare il servizio» «Questa amministrazione - scrive l'esponente Dem - ha vinto le precedenti elezioni anche, se non soprattutto, grazie all'attenzione su temi che interessano la quotidianità della vita delle persone: sicurezza, pulizia delle strade, raccolta dei rifiuti. I "normalizzatori" in ormai tre anni di governo cos'hanno portato a casa, oltre ai soliti slogan a buon mercato? Nulla». «Adesso - prosegue Salvati - ci regalano anche questa batosta, mettendo le mani in tasca ai cittadini a fronte di servizi totalmente inadeguati, basti vedere non solo le statistiche sulla (mancata) raccolta differenziata, ma anche la gestione della raccolta ordinaria dei rifiuti, quantomeno rivedibile. Nelle periferie specialmente la gente si sente abbandonata, e oltre al danno della scarsa attenzione anche la beffa degli aumenti di tasse immotivatamente esose». «Quella città che il centro destra avrebbe dovuto mettere a posto una volta vinte le elezioni, ormai già 3 anni fa, - continua il capogruppo del PD in VI - è una città sempre più sporca, sempre meno sicura, e con tasse sui servizi locali che aumentano sensibilmente». «La Giunta Dipiazza - conclude la nota di Salvati - si è dimostrata capace in questi anni solo di annunci e di figuracce che hanno ridicolizzato Trieste in Italia e nel mondo. Quando invece, bontà sua, decide di attuare interventi concreti che fa? Aumenta le tasse! Un regalo di Pasqua non richiesto, e che i cittadini della nostra Trieste non meritano».