Agenti morti in Questura, Serracchiani: «Episodio di una violenza inaudita che ci lascia sgomenti»

Agenti morti in Questura, Serracchiani: «Episodio di una violenza inaudita che ci lascia sgomenti»

 "Cordoglio profondo per gli agenti della Polizia di Stato uccisi nell'adempimento del dovere, vicinanza alle famiglie cui sono stati brutalmente strappati i loro cari". Così la deputata Debora Serracchiani (Pd) alla notizia della morte dei due agenti di PS colpiti durante una sparatoria davanti alla Questura di Trieste. Per Serracchiani, che ha contattato i vertici locali e nazionali delle forze dell'ordine, è "un episodio di una violenza inaudita che ci lascia sgomenti per le modalità selvagge con cui è stato perpetrato il delitto. In questa circostanza tragica tutta la solidarietà va alle forze dell'ordine, che hanno reagito con grande professionalità". Solidarietà e cordoglio sono stati espressi anche dall'assemblea del Partito democratico di Trieste, che era in corso quando è giunta la notizia del duplice omicidio. Appena informata, l'assemblea ha immediatamente reso un commosso omaggio alle vittime, alzandosi in piedi e osservando un minuto di silenzio. "Un grande dolore, non si può quasi credere che nel centro di Trieste sia avvenuto questo terribile duplice omicidio. Dobbiamo stringerci accanto alle nostre forze dell'ordine e alle famiglie che ogni giorno le sostengono, mostrare loro un affetto che non è mai abbastanza. Dobbiamo ricordarci sempre che la sicurezza è il frutto del lavoro generoso delle forze dell'ordine e talvolta anche dell'estremo sacrificio". Lo ha affermato la senatrice Tatjana Rojc (Pd), a proposito dell'assassinio di due agenti di polizia oggi a Trieste.