Luče: la comunità slovena dall’illuminazione interamente green

Luče: la comunità slovena dall’illuminazione interamente green

Gli abitanti del villaggio di Luče, energicamente consapevoli e progressisti, sono diventati la prima comunità autosufficiente in Slovenia.  Fino a poco tempo fa, l’illuminazione pubblica era alimentata da una debole rete elettrica. La comunità è stata incoraggiata a trovare soluzioni innovative nel campo della fornitura di elettricità.  Grazie al progetto Compile, insieme ai partner Elektro Celje e alla Facoltà di ingegneria elettrica dell'Università di Lubiana, Petrol si è occupata dell'integrazione tecnica della rete e, al momento, sta già gestendo completamente la "micro" comunità energetica di Luče.

 

Le centrali elettriche forniscono 35 punti di misurazione: «All'interno della comunità energetica di Luče, abbiamo installato 102 kW di centrali solari in nove strutture. Abbiamo installato una batteria di sistema da 150 kilowatt con una capacità di 333 kWh, collegata a una parte della rete che fornisce 35 punti di misurazione. Tra cui case, fattorie, edifici, nonché una piccole aziende, una centrale termica a biomassa, una caserma dei pompieri, un centro culturale e un ufficio postale». Gašper Artač di Petrol spiega le caratteristiche tecniche di base del progetto.

 

Il villaggio ha anche ricevuto una stazione di ricarica pubblica per veicoli elettrici e la stazione di trasformazione è stata rinnovata, «per consentire il collegamento di una batteria di sistema e la gestione di interruttori e terminali nella stazione di trasformazione tramite un cosiddetto controller di micro-griglia.  La connessione al sistema informativo tecnico Tango consente un'ulteriore gestione, analisi e ottimizzazione del funzionamento» continua Artač.

 

Nell'ambito del progetto, hanno anche sviluppato il cosiddetto sistema di gestione dell'energia domestica, destinato a elaborare i dati di misurazione da dispositivi collegati come contatori intelligenti, pannelli solari, batterie, caricabatterie elettrici e sistemi HVAC (riscaldamento, ventilazione e aria condizionata).  Basati sulla gestione delle singole strutture e della comunità energetica nel suo complesso, la  produzione ottenuta è di cinque volte superiore dalle centrali solari  a quanto inizialmente consentito dalla rete. Anche l'affidabilità dell'alimentazione è salita.

 

Buone relazioni di vicinato e maggiore consapevolezza «Oltre a una comunità stabile e una fornitura sicura di elettricità, il progetto ha anche contribuito a migliorare le relazioni di vicinato e la situazione economica della popolazione locale. Abbiamo condotto numerosi seminari per i membri della comunità e della popolazione circostante».    

 

L'iniziatore della Comunità dell'energia di Luče è stato Rok Suhodolnik, uno dei pionieri sloveni nel campo delle fonti energetiche rinnovabili.  Il progetto è stato lanciato a novembre 2018 e durerà 42 mesi.  Il valore del progetto è di 6,42 milioni di euro e coinvolge 12 partner europei e due partner globali (India e Cina).  Lo scopo principale del progetto è fornire opportunità di decarbonizzazione dell'approvvigionamento energetico, costruzione di comunità energetiche e generazione di benefici ambientali e socio-economici.  Con la visione di coinvolgere tutte le parti interessate nel sistema energetico e la creazione di diverse comunità energetiche a supporto del sistema centrale esistente, il progetto Compile ha consentito il passaggio da un sistema centralizzato a una rete decentralizzata flessibile ma stabile.  Ciò include e supporta fonti di energia rinnovabile, consente l'integrazione e il controllo ottimali di tutti i fattori energetici, lo stoccaggio di energia, nonché l'elettromobilità per la decarburazione accelerata e il risparmio energetico.