Agenti morti, scritta-shock nei pressi della Questura: «A morte sbirro infame»

Agenti morti, scritta-shock nei pressi della Questura: «A morte sbirro infame»

Non è passata inosservata a coloro che si trovavano in zona questa sera, sabato 5 ottobre 2019, la scritta su un box davanti la Questura «A morte sbirro infame». Sono stati tanti i concittadini sconcertati dopo aver letto ciò, soprattutto a seguito del grave fatto di cronaca successo ieri, con l'uccisione di due giovani agenti di polizia all'interno della Polizia. Non è comunque dato sapere se questa scritta sia stata fatta prima o dopo ieri pomeriggio. Nel corso della fiaccolata alcuni concittadini, si sono armati di olio di gomito ed hanno eliminato la scritta oltraggiosa verso le Forze dell'ordine, con l'assenso, il benestare e l'approvazione dei triestini vicino loro.

L'EPISODIO

I DUE AGENTI MORTI

FERMATI DUE DOMENICANI

IL FURTO DELLO SCOOTER

SABATO LUTTO CITTADINO

L'AUDIO DELLA POLIZIOTTA

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MATTARELLA

IL CORDOGLIO DEL PREMIER GIUSEPPE CONTE

IL CORDOGLIO DI MATTEO SALVINI

IL CORDOGLIO DI MASSIMILIANO FEDRIGA

Il CORDOGLIO DI LUIGI DI MAIO

IL CORDOGLIO DI DEBORA SERRACCHIANI

IL CORDOGLIO DI MITJA GIALUZ

IL CORDOGLIO DELL'ASSESSORE LORENZO GIORGI

IL CORDOGLIO DELLA CARITAS

IL CORDOGLIO DELL'UNIVERSITÀ DI TRIESTE

IL RICORDO DEI COLLEGHI ALL'ALTARE DELLA PATRIA