Covid, con terza dose meno contagi e casi gravi

Covid, con terza dose meno contagi e casi gravi

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, basato sui dati del Ministero della Salute israeliano, i casi di contagio da Covid-19 e di malattia grave calano "sostanzialmente" con la terza dose Pfizer. Il tasso di infezione, 12 giorni dopo il completamento del ciclo a tre dosi, è inferiore di 11,3 volte rispetto alle due dosi, mentre il tasso di malattia grave è inferiore di 19,5 volte.

Rispetto alla variante Delta, si legge nello studio, la terza dose Pfizer "porterebbe l'efficacia del vaccino tra i soggetti che hanno ricevuto il richiamo a circa il 95%, un valore simile all'efficacia del vaccino originale riportata contro la variante Alfa".