Villa Engelmann, un gruppo di proprietari di cani: «Necessaria area di sgambamento»

Villa Engelmann, un gruppo di proprietari di cani: «Necessaria area di sgambamento»

«Vorrei portare all'attenzione di tutti i padroni dei cani di questa città il seguente problema: è da più di un anno che io con il mio cane vado nel giardino Villa Engelmann di via Rossetti, lì abbiamo creato un bel gruppo di persone con i loro amici a 4 zampe con le quali ci troviamo per far giocare i cani, naturalmente non è possibile lasciarli liberi ma è stata fatta richiesta ancora questo inverno di creare in una zona apposita nella parte alta del giardino, un'area di sgambamento per poterli lasciare liberi di correre senza che nessuno abbia da ridire qualcosa». Lo rilevano un gruppo di triestini. «Ebbene - ancora - , data 1 luglio 2019 non ci sono ancora novità, i cani non possono andare sull'erba, cosa ovvia uno porta il cane in un parco e ancora deve obbligarlo a stare sul sentiero mentre le persone fanno picnic e prendono il sole sull'erba. I cani non possono essere lasciati liberi di correre in uno spazio dove è stato promesso sarà per loro e dove non va mai nessuno». «I cani - concludono - non possono bere dalla fontana, un pezzo di pietra con un getto di acqua, dove loro non possono toccare con le zampe in quanto sporche ma le 5000 mani di persone che frequentano il parco quello non è un problema naturalmente. Allora chiedo e parlo a nome di tutti, la realizzazione quanto prima dell'area dedicata»