Agenti uccisi, commovente post del papà di Matteo: «Tutelati e coccolati da Polizia»

Agenti uccisi, commovente post del papà di Matteo: «Tutelati e coccolati da Polizia»

«Il 4 di Ottobre la mia famiglia è stata travolta e stravolta da una tragica notizia, la Morte di nostro figlio Matteo Demenego, Agente Scelto di Polizia presso la Questura di Trieste. Fin da subito siamo stati circondati da premure e presi in custodia da dirigenti e agenti del commissariato di Velletri che hanno fatto di tutto per farci arrivare il prima possibile da Nostro figlio». Lo ha sottolineato il papà di Matteo Demenego, uno degli agenti uccisi all'interno della Questura di Trieste. «Da quel momento - conclude - e per circa 13 giorni siamo stati tutelati e coccolati da un’ala protettiva che si chiama Polizia di Stato. Una parola o una frase che possa far capire quello che proviamo in questo momento della nostra vita non è stata ancora coniata. Ma non dimenticheremo mai la gentilezza l’affetto ed il Rispetto che abbiamo ricevuto da tutti i colleghi di Matteo (“i nostri Angeli Custodi”) dal Questore di Trieste, dal Dirigente e tutti gli agenti della Digos, dal Questore di Roma, dalla Dirigente e da tutto il Commissariato di Velletri, e da tutti i commissariati d’Italia che ci hanno scritto manifestando il loro cordoglio. siamo certi che i “Figli delle Stelle” veglieranno anche su di Voi Tutti».